Vinaigrette, un’esplosione di gusto a cubetti

Legion Media
Il buon cibo in Russia fa rima con vinaigrette! Questa insalata dalle origini incerte è infatti uno dei piatti più famosi, amati e diffusi nella terra degli zar. Facile da preparare, “colorerà” la vostra tavola con un mix di verdure sano e genuino

La vinaigrette è una delle insalate più diffuse e amate dai russi. La sua origine è però particolare visto che arriva dall’estero e gli storici non sono ancora riusciti a ricostruirne esattamente la storia. Tra le versioni più accreditate c’è quella secondo cui la vinaigrette sarebbe stata “importata” in Russia all’epoca di Caterina la Grande (1762-1796) o forse durante il regno di Alessandro (1801-1825). La vera origine di questa insalata continua però a essere avvolta nel mistero.

Questo piatto, il cui nome è senza dubbio di origine francese, era molto popolare soprattutto nel periodo sovietico ed era considerato da tutti una vera esplosione di gusto, oltre a essere facile ed economico da preparare.

Così come accade per la maggior parte dei piatti, esistono varie versioni. Vi presentiamo la ricetta più diffusa in Russia. 

Ingredienti:

  • 100 gr di barbabietola
  • 150 gr di carote
  • 150 gr di patate
  • 150 gr di cetrioli
  • 150 gr di piselli
  • 100 gr di cipolla
  • 4-5 cucchiaini di succo di limone
  • ¼ di cucchiaino di sale
  • 4-5 cucchiaini di olio 

Procedimento:

Fate bollire la barbabietola per 30-40 minuti. Lasciatela raffreddare, sbucciatela e tagliatela a dadini. Fate bollire anche le patate, successivamente togliete la buccia e tagliatele a dadini. Ripetete lo stesso procedimento con le carote, lasciandole bollire per 20-30 minuti. Tagliate a cubetti anche i cetrioli freschi. Infine fate bollire per qualche minuto anche i piselli.

Tagliate la cipolla e mescolatela con gli altri ingredienti. Aggiungete il limone, il sale e l’olio. Mescolate il tutto e lasciate riposare la vostra vinaigrette in frigo per 2 o 3 ore. Servitela fredda.

Buon appetito! 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale