Sulle vie del Prosecco con la musica di Yurij Bashmet

Yurij Bashmet.

Yurij Bashmet.

: ufficio stampa
Il festival, voluto dal grande violinista russo, torna quest'anno dal 27 al 29 agosto in alcuni dei luoghi più suggestivi delle terre del Prosecco, in provincia di Treviso

La musica incontra il prosecco. Per il quarto anno consecutivo il violinista Yurij Bashmet, tra i più apprezzati a livello internazionale, annuncia l’apertura del festival musicale internazionale “Sulle vie del Prosecco”. Il festival, da lui fondato nel 2013, si svolgerà quest’anno dal 27 al 29 agosto in alcuni dei luoghi più suggestivi delle terre del Prosecco: la Chiesa dei Santi Martino e Rosa e l’ex Convento di San Francesco, a Conegliano (Treviso), e il Teatro Da Ponte di Vittorio Veneto (Treviso).

L’apertura del festival è stata annunciata quest’anno in occasione di un evento eccezionale: il concerto di gala svoltosi nell’aprile scorso nella prestigiosa Sala Grande del Conservatorio P. I. Chaijkovskij di Mosca. L’evento, che ha visto salire sul palcoscenico assieme a Bashmet e alla sua orchestra, i Solisti di Mosca, l’Insieme Vocale Città di Conegliano e il pianista più acclamato della nuova generazione, Daniil Trifonov, costituisce la prima presentazione assoluta di un festival musicale italiano a Mosca.

Grazie al sostegno del Consorzio di promozione turistica Marca Treviso, della Camera di Commercio di Treviso e Belluno, della Regione Veneto, del Consorzio di tutela Prosecco DOC, il festival ha saputo così garantire un’eccezionale ed esclusiva proiezione internazionale al territorio del Prosecco e alle Città di Conegliano e Vittorio Veneto.

Da quest’anno inoltre il festival intensifica la sua apertura nei confronti dei giovani musicisti di talento, italiani e stranieri, ospitando Paolo Tagliamento a Conegliano, città natale del giovane musicista, che è l’unico italiano ad aver vinto il concorso violinistico internazionale Rodolfo Lipizer in 34 anni di storia della manifestazione.

Tra gli ospiti di quest’anno, poi, la cinese Belle Shiu, la cui interpretazione di un brano per pipa, il “liuto cinese”, e orchestra d'archi del compositore americano d’origine cinese Tan Dun, Premio Oscar per le musiche originali del film “La tigre e il dragone”, sarà una rara quanto interessante occasione d’udire in Occidente questo strumento tradizionale, popolarissimo in Cina.  Tra i brani in programma a Conegliano, anche la deliziosa, raramente eseguita Sinfonia concertante di Mozart per oboe, clarinetto, fagotto, corno e orchestra che sarà interpretata dalle prime parti soliste dell’Orchestra dell’Opera di Roma.

Il filo conduttore della serata a Vittorio Veneto (sabato 27 agosto) sarà invece la bellezza della musica cameristica di Brahms, di cui il programma concertistico propone un excursus conoscitivo completo.

Come sempre, lo stesso Yurij Bashmet si esibirà sia in veste di direttore d’orchestra, alla testa della compagine moscovita vincitrice niente meno che del Grammy Award, sia in veste di solista, con la sua preziosissima viola creata dal liutaio milanese Paolo Testore nel 1758.

Si rinnova infine, a grande richiesta, il format del dopo-festival, con cene in compagnia degli artisti. Per ulteriori informazioni cliccare qui.

Il festival musicale “Sulle vie del Prosecco” nasce nel 2013 dalla passione del violista Yurij Bashmet, suo fondatore e direttore artistico, per questa terra genuina e il suo paesaggio ancora intatto, i suoi caratteristici colli, punteggiati da bellezze architettoniche e tesori artistici ancora tutti da scoprire.

Cliccare qui per i dettagli del programma.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta