Zoé, la principessa che incantò Bakunin: il libro a Roma

Il 25 maggio al Centro russo di scienza e cultura verrà presentato il volume di Lorenza Foschini, dedicato alla donna che con la sua vita avventurosa ha ispirato moltissimi scrittori, come Tolstoj

Il 25 maggio alle 18 il Centro russo di scienza e cultura di Roma organizza la presentazione del libro di Lorenza Foschini "Zoé. La principessa che incantò Bakunin. Passioni e anarchia all’ombra del Vesuvio".

Il libro ricostruisce, attraverso lo studio di documenti inediti, la storia di uno straordinario personaggio femminile che con la sua vita avventurosa ha ispirato moltissimi scrittori. Tolstoj la prese come modello per "Anna Karenina", James ne fece la protagonista della "Principessa Casamassima" e Conrad la ritrasse nei panni di Madame S, in "Sotto gli occhi dell'Occidente".

Zoé Sumarokova, donna di favolosa ricchezza, moglie del principe Obolenskij, governatore di Mosca e intimo amico dello zar, lascia nel 1865 la Russia alla volta dell’Italia. Colta, di idee liberali, stanca della vita di corte, viaggia con i suoi cinque figli e un seguito principesco. A Napoli incontra Michail Bakunin, l’aristocratico rivoluzionario fuggito dalla Siberia. Conquistata dalle sue idee, gli mette a disposizione il suo immenso patrimonio e con lui trascorre due anni intensi e spensierati tra Napoli e Ischia. Bakunin, grazie all’aiuto economico della principessa, mette a punto il suo pensiero anarchico e Zoé non solo trova l’amore nel piú fedele seguace di Bakunin, il polacco Walerian Mroczkowski, ma diventa ella stessa un’anarchica e una rivoluzionaria. Lo zar infuriato le ordina di rientrare immediatamente in Russia coi suoi figli, ma la principessa si rifiuta. Da quel momento la sua vita, scandita da eventi drammatici, susciterá biasimo o ammirazione tra i suoi contemporanei, rendendola una delle figure di spicco in quegli anni di grande mutamento politico e sociale.

Lorenza Foschini ne ha ricostruito la figura, ripercorrendo i luoghi dove Zoé ha vissuto. Ha rintracciato negli Stati Uniti i suoi diretti discendenti, ha consultato i documenti custoditi a Harward, ha svolto approfondite ricerche di archivio, ricostruendo la sua storia affascinante e complessa in una biografia avvincente che riflette i contrasti e le passioni di un’epoca.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta