NewGen, il futuro dell'energia

Il 26 e 27 marzo 2014 Mosca ospiterà il terzo Forum Internazionale sulle innovazioni in campo energetico

Il 26 e 27 marzo 2014 Mosca ospiterà la terza edizione del forum internazionale sulle innovazioni in campo energetico, “NewGen: l’energia del futuro”. L’iniziativa è patrocinata dal Ministero dell’energia della Federazione Russa e dalla compagnia nazionale per l’energia nucleare “Rosatom”.

Il forum “NewGen: l’energia del futuro” è un’efficiente piattaforma di business, che riflette le tendenze dello sviluppo innovativo nel complesso energetico internazionale e l’esperienza nell’implementazione di tecnologie più recenti per le grandi imprese, e che contribuisce alla realizzazione di un dialogo costruttivo tra i rappresentanti dei governi, della comunità scientifica e del mondo imprenditoriale.

Al forum saranno presenti più di 50 leader russi e stranieri. Più di 600 delegati parteciperanno alle discussioni.

Si tratta di produttori e fornitori di impianti e tecnologie per l’efficienza e il risparmio energetici, produttori di energia termica ed elettrica, società di servizi energetici, organizzazioni di esperti e operatori, compagnie di investimento e sviluppo. Ancora, parteciperanno al forum gli esperti della comunità scientifica, gli organi di Stato, i rappresentanti di organizzazioni internazionali e società specializzate.

Più di 50 compagnie russe e straniere esporranno i loro risultati all’interno dello spazio espositivo.

Nella prima giornata verrà effettuato un VIP tour tra le esposizioni per i rappresentanti delle agenzie governative, per i principali attori internazionali dell’industria energetica e per le imprese nazionali di settori affini.

Per maggiori informazioni:
Centro “Forum Hall” di Mosca
www.forumhall.ru

Per richieste di partecipazione, rivolgersi alla Direzione del forum:
Tel. +7 495 663 38 21/ fax: +7 495 663 38 20/ (num. int. 161, 120, 131)
E-mail: newgen@atomexpo.com
 

Per ulteriori informazioni consultare il sito www.newgen-forum.com

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta