Elena Mirò si espande in Russia

Nella splendida cornice di Villa Berg a Mosca, sede dell'Ambasciata d'Italia, alcune modelle presentano gli ultimi capi di abbigliamento (Foto: Ufficio Stampa)

Nella splendida cornice di Villa Berg a Mosca, sede dell'Ambasciata d'Italia, alcune modelle presentano gli ultimi capi di abbigliamento (Foto: Ufficio Stampa)

Il brand italiano ha inaugurato un nuovo store a Mosca e annuncia di voler raddoppiare la sua presenza nella Federazione entro il 2015

Elena Mirò inaugura un nuovo store in centro a Mosca e punta al raddoppio. Lo storico marchio di abbigliamento di Miroglio Group, nato nel 1985, ha da poco tagliato il nastro in un nuovo punto vendita nella capitale russa, aperto nel prestigioso Kusnetsky Most, nel cuore della metropoli a pochi passi dal Cremlino. Un trampolino di lancio dal quale partirà la futura attività espansionistica del brand: entro il 2015, fanno sapere dalla società piemontese, si prevede infatti di raddoppiare la presenza nella Federazione. Attualmente sono otto i punti vendita firmati Mirò dislocati in Russia, che diventeranno sedici entro i prossimi tre anni.


Trentaquattro invece i Paesi che in tutto il mondo ospitano il gruppo Miroglio, per un totale di 49 società operative, 13mila addetti, 9 unità produttive e oltre duemila negozi monomarca. In Russia il gruppo è attivo grazie a una struttura dedicata: la Russian Market Development Organisation, che gestisce quattro brand con 111 negozi monomarca, dei quali fanno parte, oltre a Elena Mirò, anche Motivi, Caractere e Fiorella Rubino.

 

Alla luce del clima particolarmente freddo, l’azienda italiana prevede di puntare su capi più pesanti rispetto a quelli diffusi nel Belpaese. Senza dimenticare i gusti delle donne russe, che sembrano apprezzare soprattutto i capispalla. Per tale motivo è al vaglio l’ipotesi di far nascere una produzione interamente pensata per il mercato dell’Est.


Il taglio del nastro del nuovo store è stato accompagnato da una serata di musica e moda organizzata nella sede dell’Ambasciata d’Italia a Mosca. Sulle note dei successi della cantante Nina Zilli, ospite d’eccezione a Villa Berg, sono andate in scena le ultime collezioni della casa di moda, presentate da alcune modelle che hanno reso omaggio ai lavori firmati Mirò.

Molti i rappresentanti russi del mondo dell’imprenditoria e della moda che hanno preso parte alla serata. “La nostra presenza nella Federazione crescerà ulteriormente”, ha detto l’ad del gruppo Giuseppe Miroglio. La terra degli Zar, in effetti, rappresenta per il gruppo il terzo mercato per fatturato, dopo Spagna e Italia. Un’oasi destinata a svilupparsi ulteriormente, grazie anche al nuovo store sorto all’ombra del Cremlino.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta