Foresta in fiamme

È stato dichiarato lo stato di emergenza per gli incendi che hanno colpito oltre 20mila ettari di terreno in Siberia. Chiuso l’aeroporto di Tomsk, tremila gli uomini impegnati per domare il fuoco

Video tratto da Ria Novosti

La foresta siberiana è in fiamme. Sono quasi tremila le forze dell’ordine impegnate per spegnere gli incendi che in questi giorni stanno devastando le regioni di Tuva, Khakassia, Krasnoyarsk, Tomsk e Irkutks. Su questa zona stanno infatti lavorando 24 aerei e 412 veicoli, nel difficile tentativo di domare il fuoco. Tuttavia, nelle ultime ore la superficie colpita dalle fiamme è passata dal 13mila a oltre 20mila ettari.

Nonostante le aree abitate si trovino ancora fuori pericolo, è comunque stato dichiarato lo stato d’emergenza.

La regione di Tomsk risulta completamente coperta dal fumo, provocato da 34 incendi che hanno reso l’aria circostante irrespirabile (la quantità di anidride carbonica risulta di 2,4 volte superiore alla norma).

E scatta la corsa alle misure di protezione: la popolazione locale ha iniziato a fare razzia di mascherine, mentre continua a restare chiuso l’aeroporto di Tomsk.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta