Tropea guarda alla Russia

La città calabrese ha stretto un gemellaggio con Zvenigorod, nella regione di Mosca, per incrementare il turismo e i rapporti commerciali. "Una sfida non solo politica", commenta l'assessore alla Cultura Lucio Ruffa

Tropea apre le porte alla Russia. La cittadina calabrese ha stretto un patto di gemellaggio con Zvenigorod, città della regione di Mosca affacciata sul fiume Moscova, per incrementare i rapporti commerciali e promuovere l’offerta culturale e turistica per tutto l'anno.

Il progetto, che vorrebbe coinvolgere anche la cittadina di Suzdal, si è concretizzato dopo la tavola rotonda tenutasi a gennaio 2012 tra i rappresentanti politici di alcuni comuni della provincia di Vibo Valentia insieme al Console Generale della Federazione Russa Vladimir Korotkov.

Da tempo, aveva sottolineato in quell’occasione il Console della Federazione, i russi considerano l’Italia una delle loro mete preferite.

E proprio per aprire le porte ai nuovi mercati dell’Est europeo, l’amministrazione comunale della città tirrenica ha deciso di impegnarsi attivamente per rilanciare il turismo della zona, asse portante dell’economia del territorio.

I dati, infatti, parlano chiaro: a fronte delle 25mila presenze russe registrate in Sicilia, la Calabria si ferma solo a quota 4.200. Un punto dal quale partire per incrementare le visite e i rapporti commerciali che guardano a Est per nuove collaborazioni.

Così una delegazione del Comune di Tropea, con l'assessore al Turismo e vicesindaco Massimo L'Andolina e l'assessore alla Cultura Lucio Ruffa, si è recata nella Federazione per discutere di nuovi e importanti accordi culturali, turistici ed economici, impegnandosi inoltre in scambi bilaterali che permettano ai cittadini russi e italiani di varcare i confini stranieri con la garanzia di trovare sul posto punti di riferimento importanti.

I russi avrebbero poi espresso il desiderio di acquistare e commercializzare i prodotti tipici di questo territorio, chiedendo anche di poter trasferire nel porto turistico di Tropea 14 yacht privati attualmente ormeggiati sulle coste del Montenegro. 

"Siamo felicissimi di aver stipulato questo gemellaggio - commenta l'assessore Ruffa -. I miei ringraziamenti vanno al Comune di Zvenigorod e a tutto lo staff per l'accoglienza: questa è un'occasione importante per Tropea per rilanciare il turismo dai Paesi dell'Est, una spinta per uscire dalla crisi, mentre i cittadini della Calabria potranno avere un punto di riferimento importante nella regione di Mosca".

"Inoltre - aggiunge l'assessore Ruffa - la sfida non è solo politica. Ora svilupperemo il discorso dei voli diretti dall'aeroporto di Lamezia Terme per Mosca e San Pietroburgo, non solo durante il periodo estivo, ma tutto l'anno".

Tutte le immagini, i video e le informazioni su www.tropeaperamore.it e www.tropeafoto.com

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta