On line l’universo di Glukhovsky

Dmitri Glukhovsky (Foto: Itar-Tass)

Dmitri Glukhovsky (Foto: Itar-Tass)

È ora disponibile la versione digitale di Metro 2034, il seguito del bestseller russo che ha scalato le classifiche. Intanto Tullio Avoledo presenta a Mosca Le radici del cielo, contributo italiano al ciclo Metro 2033 Universe

Si allarga l’universo post-atomico di Dmitri Glukhovsky. Dopo il successo di Metro 2033, ambientato nei sotterranei di una Mosca distrutta da un devastante conflitto nucleare, ora i lettori italiani avranno modo di leggere gratuitamente on line il seguito del bestseller, Metro 2034, già pubblicato in Italia da Multiplayer.it Edizioni e ora scaricabile anche da Internet.

Sul sito www.metro2033universe.it è infatti possibile trovare tutti i capitoli di questo libro che in Italia, così come in Russia, ha confermato il successo del volume precedente, amplificato anche dai videogiochi tratti dalle rispettive storie.

Metro 2033 racconta il mondo all’indomani di un tragico conflitto nucleare, dove i pochi sopravvissuti si ritrovano a vivere nelle viscere della capitale russa.

La metropolitana di Mosca si rivela quindi un rifugio antiatomico capace di accogliere la nascita di una nuova civiltà, fondata sugli scheletri di quella precedente, costretta a combattere con le creature nate dalle mutazioni genetiche.

E mentre Glukhovsky anche nella Penisola pubblica la versione digitale del suo ultimo lavoro (che può essere acquistato on line), lo scrittore italiano Tullio Avoledo proprio in questi giorni a Mosca presenta la traduzione russa del suo Le radici del cielo, inserito nel ciclo mondiale Metro 2033 Universe, al quale hanno partecipato scrittori provenienti da ogni parte del mondo.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta