Piroghi, simbolo di casa

Foto: Lori/Legionmedia

Foto: Lori/Legionmedia

Con ripieno di carne, pesce, funghi, bacche o cavolo, questi fagottini rustici rappresentano una tradizionale pietanza russa

Secondo un detto russo, ciò che fa di una donna un’ottima massaia non sono tanto le decorazioni della sua casa, quanto degli squisiti piroghi. Questi fagottini ripieni occupano un posto d’onore sulle tavole dei russi e sono considerati il loro piatto nazionale. Il nome deriva dalla parola in russo antico “pir”, che significa “banchetto”, probabilmente perché in passato si preparavano solo nei giorni di festa. C'era un pirog speciale per ogni festività e venivano farciti con quello che offrivano l'orto, la stalla, il bosco e i campi.


Fino al XIV secolo, l’impasto dei piroghi era a base di farina di segale, dopodiché si iniziò ad aggiungere la farina di grano. Gli altri ingredienti tradizionali, come il latte, il burro, le uova e il lievito si sono conservati fino ai giorni nostri.

Il ripieno invece può essere a base di cavolo cappuccio, carote, patate, cipolla, ricotta, riso, pollo o cacciagione. Sono un’autentica delizia.

Piroghi ripieni di funghi per 8-10 persone

Impasto:
45 g di lievito
250 ml di latte
2 cucchiaini di zucchero
500 g di farina 00
2 tuorli d’uovo
140 g di burro o margarina
1 pizzico di sale 

Ripieno:
500 g di funghi (champignon o altra varietà) ben tagliati
2 cipolle ben tritate 
Sale e pepe
4 cucchiai di burro

Diluite il lievito in mezzo bicchiere di latte tiepido, aggiungendovi lo zucchero. Coprite il tutto e lasciatelo riposare per quindici minuti in un posto caldo.

Setacciate metà della farina in una ciotola, aggiungendovi il lievito precedentemente diluito e mescolando con un cucchiaio di legno fino a ottenere l’impasto. Chiudetelo con un coperchio di plastica e lasciatelo riposare per un’ora, in un luogo caldo, affinché raddoppi il suo volume. Sbattete i tuorli d'uovo con il burro (o la margarina) e versate il resto del latte. Unite il tutto all'impasto di prima, fino a renderlo omogeneo. Aggiungete la farina rimasta e continuate a lavorare l’impasto. Dopodiché, depositatelo su una superficie precedentemente spolverata di farina così da evitare che si attacchi.

Tirate l'impasto con un mattarello di legno fino a ottenere una sfoglia dello spessore di 10 mm, ritagliate dei dischi del diametro di dieci centimetri circa e farciteli.

Per maggiori informazioni, cliccare qui 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta