Festa per il vecchio anno nuovo

Festeggiamenti in Piazza Rossa (Foto: Itar-Tass)

Festeggiamenti in Piazza Rossa (Foto: Itar-Tass)

Nella notte fra il 13 e il 14 gennaio la Russia celebra il capodanno legato al Calendario Giuliano, ormai in disuso. Una tradizione che resiste nel tempo

Conto alla rovescia per dire addio al vecchio anno nuovo. Sembra una contraddizione, ma in Russia si chiama proprio così: starij novij god, il vecchio capodanno russo legato al Calendario Giuliano, ormai non più valido dopo l’entrata in vigore di quello Gregoriano.

Ancora oggi molti russi si sentono legati a una tradizione che cerca di resistere al tempo, e per questo motivo ogni anno, nella notte tra il 13 e il 14 gennaio, si dà il benvenuto all’anno nuovo, a volte con sobri festeggiamenti in famiglia.

La festa, che non viene riconosciuta ufficialmente, chiude definitivamente il periodo natalizio. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta