Donne russe ed europee a confronto

Vlad Lisovets (Foto: Kommersant)

Vlad Lisovets (Foto: Kommersant)

Questione di gusti, di stile, di moda: ecco in cosa si differenziano le esponenti del gentil sesso della Federazione e del Vecchio Continente. I consigli dello stilista Vladislav Lisovets

Il gusto delle russe nel vestire è argomento di continue discussioni: gli stranieri, ad esempio, vedendo per strada una bella ragazza russa non mancano mai di notare i tacchi a spillo, che le russe portano anche sotto la pioggia o con le strade ghiacciate; altri osservano la loro esplicita sensualità nel vestire; gli uomini russi (ma anche tutti gli altri) dicono che va benissimo così, perché attira la loro attenzione.  Quella della moda in Russia è una questione molto controversa.

Abbiamo chiesto al popolare stilista russo, anche conduttore televisivo, Vladislav Lisovets di aiutarci a capire quale look meglio si addice alle donne russe. Lisovets ha aperto una catena di saloni di bellezza dove lui stesso lavora, e tra i suoi clienti ci sono molte stelle dello show-business russo.

“A mio parere, le donne europee sono molto libere nella scelta del vestire, – afferma Vlad Lisovets. – A volte nel look della donna europea c’è un tocco di trasandatezza che le conferisce un fascino e una leggerezza particolari. È proprio questo che manca alle nostre donne, che spesso cadono negli estremi: o scelgono abiti troppo succinti e provocanti, oppure si vestono con eccessivo rigore, con grigiore, oppure ancora optano per cose troppo appariscenti, come il laccato o il lucido, che sono sinonimi di cattivo gusto”.    

Certe donne poi, secondo lo stilista, vivono nel passato: lo si vede dalla forma e dal taglio dei loro vestiti. Quanto ai capelli, le russe amano le acconciature voluminose e dedicano molto tempo alla messa in piega; e spesso, per eccesso di zelo, esagerano con il trucco. Indubbiamente è bene che una donna curi il proprio aspetto e cerchi di essere più bella, ma bisogna sempre ricordare che il trucco per il giorno deve distinguersi da quello per la sera, e lo stesso vale per la pettinatura.  

Lisovets ritiene che le donne russe dovrebbero prendere spunto dalla disinvoltura (nel senso migliore del termine) delle europee, senza rinchiudersi in rigidi cliché.  

“Tra i must in fatto di moda ci sono innanzitutto le scarpe eleganti, con e senza tacco, e un paio di borsette eleganti per tutte le occasioni, – afferma lo stilista. – Indispensabili sono il cappotto ad astuccio e gli accessori per il freddo: sciarpe, cappelli, berretti”.     

Dunque, cos’è che attira gli uomini verso le russe, e in che cosa esse si differenziano dalle europee?  “Io sono attratto dalla serenità sui volti delle donne europee, dalla loro capacità di sorridere in maniera spontanea: è una cosa che ti affascina e ti mette a tuo agio. Delle europee apprezzo la disinvoltura, come ho detto, la loro libertà nella scelta dell’abbigliamento, la semplicità e il look non aggressivo”.   

Foto: Ria Novosti

Ecco un ritratto invernale della donna russa alla moda, con quello che non deve mancare nel suo guardaroba: 

pantaloni “pinocchietto” stretti sotto il ginocchio (non è affatto indispensabile che siano neri: vale la pena di considerare il bordeaux, il verde smeraldo, il blu scuro, senape);

tronchetti comodi, con un tacco non troppo alto (molto belli di colore rosso mattone);


un cappotto chiaro (lunghezza: poco sotto il ginocchio, oppure fino a terra);


una blusa oppure, a scelta, un cardigan;


una sciarpa di maglia da mettere in risalto: come i pantaloni, può essere di colore bordeaux, senape, verde smeraldo (non è necessario che il colore della sciarpa sia lo stesso dei pantaloni);


un trucco leggero, che si noti appena;


capelli portati sciolti con disinvoltura, oppure un cappello a bustina, di pelliccia ecologica (o magari un berretto colorato);

una cartella-clutch;


una lieve fragranza e un sorriso.

    Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta