La tecnologia di General Electric si rafforza in Russia

Firmate due importanti joint venture in campo energetico e sanitario per l’azienda che punta tutto sull’innovazione nel corso del Forum degli investimenti di Sochi

Procede a gonfie vele per l’Italia il decimo Salone internazionale Investment Forum di Sochi . Da lì giungono notizie che promettono bene, come nel caso di General Electric che ha finalizzato, in quello che è uno dei mercati in più rapida crescita al mondo, accordi per la creazione di due nuove joint venture che potrebbero generare 10-15 milioni di dollari di fatturato.

Nello specifico le due joint venture, nei settori dell’energia (generazione di energia elettrica) e dell’assistenza sanitaria, sono state siglate al Forum di Sochi alla presenza del primo ministro russo Vladimir Putin. La prima, in ambito energetico, è stata siglata dal presidente e ceo di General Electric Jeffrey Immelt, dal presidente del consiglio direttivo di Inter Rao Ues Boris Kovalchuk e dal direttore generale di Uec Andrey Reus. Questo accordo prevede produzione, assemblaggio, vendita e servizio di turbine a gas a basso consumo energetico.

Il contratto in ambito sanitario è stato firmato dal vice direttore generale di Russian Technologies Dmitry Shugayev e dallo stesso Jeff Immelt, per produzione, assemblaggio e vendita di una vasta gamma di apparecchiature ad alta tecnologia per la diagnostica. GE deterrà il 50% di ogni joint venture. Inter Rao Ues e Uec deterranno ciascuna una partecipazione del 25% nella joint venture energia. Russian Technologies una quota del 50% in quella in ambito medicale.

I prodotti saranno assemblati in Russia, utilizzando componenti sviluppati da GE e, nel tempo, da fornitori russi selezionati da GE per qualità, costi, specifiche di progetto e tutela della proprietà intellettuale. GE eserciterà il controllo operativo sulle imprese, mentre competeranno a tutte le imprese le questioni strategiche. "La creazione di queste joint venture è uno sviluppo positivo sia per GE che per la Russia", ha commentato Jeff Immelt. "Siamo molto entusiasti di questa opportunità, che rafforza nel lungo termine le attività di GE in Russia e conferma la nostra leadership globale nei settori dell'energia e della sanità. La nostra espansione in Russia riflette l'approccio globale di GE alla crescita, attingendo alle eccellenze dei centri di ricerca di GE in tutto il mondo e ai nostri investimenti in ricerca e sviluppo, e creando valore per i nostri clienti nei mercati locali. Nel tempo, queste joint venture creeranno nuovi posti di lavoro in entrambi i Paesi”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta