Un vero think tank italo-russo al dibattito

“La sicurezza internazionale dell’informazione e dell’energia”, vista dalla Russia e dall’Italia.

Il 30 settembre 2010 a Napoli, a Palazzo Caracciolo, si è svolta una conferenza internazionale sul tema de: “Il dialogo degli esperti: la cooperazione russo - italiana nel campo dell’informazione e della sicurezza dell’energia internazionale”. Nel corso della conferenza, organizzata in diverse tavole rotonde, sono stati dibattuti diversi temi, tra i quali, in particolare la società dell’informazione, la sicurezza informatica, la criminalità internazionale nel sistema informativo, le tecnologie intellettuali per la gestione dell’economia. Al dibattito erano presenti numerosi esperti russi e italiani. “Alla base di tutte le sfide c'è l'energia”, ha sottolineato Husein Chechenov, membro del Consiglio della Federazione (camera alta del parlamento russo), secondo cui servirebbe che la Russia, con l’Europa ed altri Paesi del resto del mondo, “diano vita ad un programma globale per rispondere in modo adeguato al loro fabbisogno nelle risorse energetiche”. Un tale programma, sostiene Chechenov, sarebbe la soluzione giusta per non lasciare che la Russia guardi alle economie emergenti orientali che, nonostante la crisi, non calano nella domanda”. “La Russia intende rispondere adeguatamente alle esigenze dei suoi partner commerciali”, ha concluso Chechenov.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta