Storica intesa con la Norvegia sull’Artico

Russia e Norvegia hanno trovato un accordo per lo sfruttamento delle risorse energetiche di un conteso territorio artico dopo una disputa di oltre quarant’anni.

L’accordo riguarda una superficie di 175 mila chilometri quadrati nel mare di Barents e riserve potenziali di 10 miliardi di barili di petrolio. L’intesa siglata questo mese stabilisce la linea di confine tra i territori appartenenti alle due nazioni, aprendo la strada allo sfruttamento delle enormi quantità di gas e petrolio presenti nell’area. In gioco c’è anche lo sfruttamento economico di un’area su cui insistono anche Usa, Canada e Danimarca. «Questo è un esempio pratico di come tutte le dispute concernenti l’Artico debbano essere risolte tramite negoziati sulla base del diritto internazionale vigente», ha commentato il Cremlino.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta