Futuri chirurghi plastici a lezione di bellezza e perfezione al museo

29 novembre 2016 Igor Rozin, RBTH
La curiosa iniziativa del Museo delle Belle Arti Pushkin di Mosca che ha organizzato un ciclo di lezioni per gli studenti dell’Università di Medicina. La direttrice Marina Loshak: “I chirurghi plastici sono come scultori che cambieranno l'immagine della donna”
Pushkin Museum
Un visitatore all'interno del Museo Pushkin di Mosca. Fonte: Sergej Bobylev/TASS

Nelle sale del Museo statale delle Belle Arti “A.S. Pushkin” di Mosca si svolge un ciclo di lezioni sulla storia dell'arte per gli iscritti al Dipartimento di Chirurgia Plastica dell’Università di Medicina Pirogov, futuri chirurghi. Il corso si chiama "L’epoca del Rinascimento. La creatività nell’educazione e formazione del chirurgo plastico".

Nell’ambito del corso, i futuri chirurghi plastici impareranno a guardare le opere d'arte, a capirne le basi e a discernere le tendenze stilistiche; conosceranno anche l'evoluzione degli standard di bellezza nei diversi periodi storici.

L'iniziativa di fare un corso di formazione per i medici è stata del capo chirurgo plastico del Ministero della Salute della Federazione Russa Natalya Manturova e il museo l’ha supportata.

In un'intervista a Ria Novosti, la direttrice del Museo Marina Loshak ha detto: "Per noi questo progetto educativo è un'esperienza molto interessante. Oggi viviamo in un mondo in cui le persone sono imbambolate da rappresentazioni sociali della bellezza femminile e dalla necessità di essere simili gli uni agli altri. Ma l'arte raccoglie altre idee di bellezza e del mondo, per cui ci sembrava corretto supportare i nostri colleghi, i chirurghi plastici, permettendo loro di addentrarsi nella comprensione artistica di queste categorie. Dopotutto, queste persone diventeranno quegli stessi “scultori” che cambieranno l'immagine della donna, non solo esternamente ma anche internamente".

Oltre alle lezioni, gli addetti del museo aiuteranno i futuri medici a padroneggiare competenze di base di pittura: la posizione della mano, la capacità di scegliere le giuste proporzioni, di vedere e trasferire il carattere, le forme e la rotazione dell'oggetto nello spazio.

+
Metti "Mi piace" su Facebook