La Russia riattiva i collegamenti aerei con la Germania

Pixabay
Da giovedì sarà possibile volare da Mosca a Francoforte sul Meno e Berlino, e da San Pietroburgo a Francoforte sul Meno

Dal 1° aprile verranno ripristinati i collegamenti aerei tra la Russia e sei paesi del mondo: Germania, Venezuela, Siria, Tagikistan, Uzbekistan e Sri-Lanka. Lo scrive la stampa russa. La decisione è stata presa dopo una riunione dell'unità di crisi incaricata di prevenire la diffusione del coronavirus in Russia.

Fra pochi giorni riprenderanno quindi i voli fra le città di Mosca e San Pietroburgo e Berlino, Francoforte sul Meno, Caracas, Damasco, Colombo, Tashkent e Dushanbe. 

Cinque voli alla settimana collegheranno Mosca a Francoforte sul Meno e Berlino, mentre dalla capitale del nord partiranno tre aerei alla settimana diretti a Francoforte sul Meno.

La Germania diventa così il terzo paese dell'UE con il quale vengono ripristinati i voli civili con la Russia (fino a prima, erano attivi solo i voli cargo). In precedenza, erano stati riattivati i voli civili con la Grecia (una delle destinazioni più frequentate dai russi) e la Finlandia. 

Tuttavia potranno beneficiare di questa riapertura delle frontiere con la Germania solo le persone con un permesso di soggiorno, un visto di lunga durata, o che hanno parenti o una relazione stabile. 



Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie