Visti: c’è l’accordo tra Russia e Bielorussia sul riconoscimento reciproco dei documenti d'ingresso

Aleksandr Kondratuk/Sputnik
I cittadini stranieri in possesso del visto di uno dei due paesi potranno entrare, uscire e soggiornare nel territorio dell'altro paese per tutta la durata del documento

Russia e Bielorussia hanno firmato un accordo bilaterale sul riconoscimento reciproco dei visti per gli stranieri. Ciò significa che ora i cittadini in possesso del visto di uno dei due paesi potranno entrare, uscire e soggiornare nel territorio dell'altro paese per tutto il periodo di validità del visto.

L’accordo è stato firmato il 19 giugno a Minsk dai ministri degli Esteri della Federazione Russa, Sergei Lavrov, e della Bielorussia, Vladimir Makei. 

Il documento prevede inoltre che le autorità competenti dei due paesi possano scambiarsi informazioni sull'attraversamento dei confini, sul rilascio di visti, sul loro annullamento e sui permessi di soggiorno rilasciati, temporanei o permanenti.

“Questo accordo avrà un significato molto positivo per i cittadini di paesi terzi che visitano la Russia e la Bielorussia, per chi fa viaggi d’affari in Bielorussia e nella Federazione Russa e, naturalmente, per i diplomatici accreditati contemporaneamente a Mosca e Minsk. Penso che sarà accolto molto bene, e continuerà la nostra costruzione congiunta dello Stato dell'Unione”, ha dichiarato Sergej Lavrov.

Per l’entrata in vigore dell’accordo sarà necessario attendere la ratifica da parte dei parlamenti di entrambi i paesi.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie