Le otto più belle biblioteche della Russia: le foto

Grigorij Sysoev/Sputnik
Come è noto, i russi sono dei forti lettori e restano dei grandi frequentatori delle sale di lettura. Ecco alcuni dei più magnifici edifici che conservano il patrimonio librario russo

1 / Biblioteca di Stato intitolata a V.I. Lenin – Mosca

La “Léninka”, come la chiamano affettuosamente i moscoviti, è la biblioteca più famosa e più grande della Russia. Il fondo ha oltre 47 milioni di unità! E qui arrivano per legge copie di tutto il materiale stampato nel Paese.

Parte della collezione si trova in una antica dimora, la Casa Pashkov, ma il grosso si trova in un edificio non distante, costruito in epoca sovietica. Le sale di lettura della biblioteca sono particolarmente popolari tra i moscoviti e gli ospiti della capitale, e vi si possono incontrare giovani studenti quanto titolatissimi professori. Le famose lampade verdi sono il segno distintivo della biblioteca.

LEGGI ANCHE: Entriamo alla Lèninka, la mitica Biblioteca Statale di Mosca: ecco le foto 

2 / Biblioteca-sala di lettura intitolata a I. S. Turgenev – Mosca

Se la Leninka è stata tradizionalmente destinata a ricercatori e studenti, ed è permesso entrarci solo a partire dai 18 anni d’età, la “Turgenevka” divenne la prima sala di lettura della città accessibile al vasto pubblico e gratuita. Fu aperta nel 1885 in memoria dello scrittore russo Ivan Turgenev, grazie alle donazioni della filantropa Varvara Morozova.

Negli anni Novanta del Novecento, la biblioteca si trasferì in una antica dimora, un monumento del patrimonio architettonico moscovita. All’interno di questo edificio del XIX secolo, è stata conservata una facciata ancora più antica, che risale al XVI-XVII secolo, e che può essere vista direttamente dalla sala di lettura (si veda la foto 1). La biblioteca ha anche un lussuoso salone, dove si svolgono serate letterarie.

3 / Biblioteca Nazionale Russa – San Pietroburgo

Per i veri topi di biblioteca, la biblioteca ideale è fatta di infiniti scaffali di libri che arrivano fino ai soffitti, e di alte scale, con le quali è possibile arrampicarsi verso gli amati tomi (un po’ come in “La bella e la bestia”). Bene, la Biblioteca Nazionale Russa di San Pietroburgo è proprio così.

4 / Knizhnaja kapella – San Pietroburgo

La “Cappella del libro” è stata aperta di recente, nel 2016, e, con il suo stile gotico, ricorda da vicino la Hogwarts di Harry Potter. La Cappella contiene oltre 5 mila copie fatte a mano di libri rari del XVI-XIX secolo. La particolarità di questa biblioteca è che molti libri possono essere acquistati.

Tuttavia, l’ingresso alla Cappella non è gratuito: una visita di 2 ore costa 4.000 rubli (52 euro) e una visita di 4 ore 7.000 rubli (91 euro). Per questo importo, il visitatore avrà diritto a un’escursione, a delle bevande e a un consulente personale sulle pubblicazioni.

LEGGI ANCHE: Libri da capogiro: a San Pietroburgo la biblioteca più cara del Paese 

5 / Biblioteca intitolata a N.V. Gogol – San Pietroburgo

Questa biblioteca è un centro d’attrazione per i giovani creativi e il suo design funzionale soddisfa tutte le tendenze moderne. C’è un grande archivio di documenti multimediali, nonché una raccolta di musica e film, che possono essere visti e ascoltati proprio qui.

A differenza delle biblioteche classiche, ci sono divani e aree relax confortevoli e interessanti, nonché cabine speciali per le chiamate in videoconferenza. Si può persino giocare ai giochi da tavolo e ai videogiochi in questa libreria!

6 / Biblioteca scientifica intitolata a N.I. Lobachevskij – Kazan

Questa biblioteca fu fondata nel 1804, in contemporanea con l’Università di Kazan, una delle prime e più prestigiose della Russia (vi studiarono anche Lev Tolstoj e Lenin).

La biblioteca prende il nome da un celebre matematico e scienziato russo. Per molti anni (dal 1827 al 1845) fu rettore dell’università e allo stesso tempo gestì la biblioteca, aumentandone la collezione libraria. Fece un ottimo lavoro nella creazione di cataloghi e volle la costruzione di un edificio separato per la biblioteca, quello dove ha sede ancora oggi.

7 / Biblioteca scientifica dell’Università Federale di Crimea intitolata a V. I. Vernadskij – Sinferopoli

Questa biblioteca fu fondata nel 1918 contemporaneamente all’Università della Tauride, il primo ateneo della Crimea (ora fa parte dell’Università Federale di Crimea). Ad oggi, la collezione della biblioteca raggiunge i 3 milioni di unità.

Una delle sale più belle della biblioteca è quella del Museo del libro raro. Presenta i libri antichi più rari, tra cui manoscritti del XV secolo, codici ecclesiastici, nonché leggi e decreti imperiali.

8 / Biblioteca di Viipuri (di Alvar Aalto) – Vyborg

Questa biblioteca modernista fu costruita dall’architetto finlandese Alvar Aalto negli anni Trenta a Vyborg, città che fino al 1940 era finlandese e si chiamava Viipuri. La biblioteca si distingue per un design insolito con un’enfasi sui materiali naturali e la combinazione con la natura.

Nella sala di lettura, ad esempio, sono installate finestre panoramiche che danno la sensazione di essere nel parco, e un’interessante soluzione di illuminazione viene utilizzata nella sala di lettura: le finestre si aprono direttamente sul soffitto e i lettori sono illuminati dalla luce del sole.


Possono gli stranieri utilizzare le biblioteche russe? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie