San Pietroburgo: presto arriverà la tassa di soggiorno per i turisti stranieri

Getty Images
L’iniziativa ha trovato il sostegno di Putin. Ecco quanto vi costerà

A San Pietroburgo si studia l’introduzione di una tassa giornaliera di soggiorno per i visitatori stranieri. Lo scriveRia Novosti, facendo riferimento al recente incontro tra il sindaco della città Aleksandr Beglov e il presidente russo Vladimir Putin. Quest’ultimo, scrive la stampa russa, si è detto a favore dell’iniziativa.

In attesa di essere approvato, il progetto prevede l’introduzione di una tassa di 100 rubli al giorno (1,40 euro).

L’importo dovrebbero essere riscosso dalle strutture alberghiere e i fondi raccolti saranno destinati alla ristrutturazione degli edifici centrali dichiarati dall’UNESCO Patrimonio mondiale dell’umanità. 

Avete già visitato i luoghi russi più popolari dell'Unesco? Ecco quali sono 

Infatti, tra i 1.500 edifici considerati siti protetti, 255 di essi avrebbero bisogno di un restauro urgente, per una serie di lavori il cui costo ammonterebbe a circa 17 miliardi di rubli (234,26 milioni di euro).

Nel 2018 San Pietroburgo ha accolto 3,9 milioni di turisti stranieri: un vero record, raggiunto anche grazie ai Mondiali di Calcio. Per quest’anno se ne attendono altri 4 milioni.

Se anche voi vi preparate a visitare la città degli zar, scoprite come visitare gratis i musei di San Pietroburgo! 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie