I cinque più grandi tesori scoperti per caso a Mosca

Moskva Agency
Negli anni, durante alcuni lavori di scavo, sono venuti alla luce antichi gioielli e bauli di monete dal valore inestimabile, che raccontano il lontano passato della città

1 / Il grande tesoro del Cremlino

In più occasioni dal territorio del Cremlino sono venuti alla luce antichi tesori. Il più grande, scoperto nel 1988, era composto da 300 pezzi, fra cui svariati gioielli in argento, risalenti al XIII secolo.

La collezione conteneva manufatti rari prodotti non solo in Russia, ma anche in Scandinavia e in Persia. Il tesoro apparteneva presumibilmente al principe di Mosca e fu nascosto nel 1238, quando la città finì sotto l’assedio dei mongoli.

Tra i reperti furono recuperati anche vari anelli, fra cui uno in oro con una scritta in arabo che recita: “Gloria, successo, potere e felicità al suo proprietario”.

Questo tesoro, originariamente conservato all’interno di una cassa di legno ridotta in polvere con il passare dei secoli, è stato scoperto a una profondità di cinque metri. 

2 / Tesoro Ipatiev

Questa fortuna è stata trovata nel vicolo Ipatiev quasi 30 anni prima di quella del Cremlino ed era composta da un gran numero di monete spagnole in argento, coniate nei secoli XVI e XVII in Messico, Bolivia e Colombia.

Questo tesoro d’argento pesava più di 70 kg e fu nascosto all’inizio del XVII secolo; è venuto alla luce durante alcuni lavori di scavo nel centro della città. Gli storici non sono ancora riusciti a stabilire con precisione lo scopo al quale erano destinate queste monete; con molta probabilità si prevedeva di fonderle per coniare nuove monete russe. 

3 / Tesoro arabo

Alcuni dirham (moneta araba) risalenti al IX secolo sono stati trovati nel 1830 durante la costruzione della cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca. Si ritiene che queste monete siano state le prime messe in circolazione nell’antica Rus’. Nella capitale russa e nei dintorni sono stati rinvenuti almeno una quindicina di simili tesori. 

4 / Innumerevoli antiche monete

Nel cuore di Mosca, a poche centinaia di metri dal Cremlino, nel 1996 è stato scoperto un enorme tesoro composto da oltre 300 monete dell’Europa occidentale e 95.000 monete d’argento russe.

I pezzi più antichi risalgono al regno di Ivan il Terribile (metà del XVI secolo). Si ritiene che il proprietario avesse nascosto questo tesoro sotto la propria casa in legno, bruciata durante un incendio. 

5 / Collezione di monete

Un’altra enorme collezione di monete è venuta alla luce pochi anni fa, nel 2015, durante i lavori di costruzione del parco Zaryadye di Mosca. Laddove oggi sorge il nuovo polmone verde di Mosca sono state trovate 43.000 monete d’argento del peso di 20 chili.

Anche queste monete furono coniate durante il regno di Ivan il Terribile e furono nascoste nel XVII secolo durante il cosiddetto Periodo dei Torbidi.

All’epoca questo malloppo valeva 350-380 rubli, una cifra sufficiente per costruire un’elegante tenuta a Mosca.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie