I sapori sconosciuti di Yaroslavl

Al bar "Cocktail".

Al bar "Cocktail".

: ufficio stampa
Come scovare un narghilè bar in una mansarda, cosa indossare in un ristorante segreto con un dress code severo e dove mangiare dei piatti cotti in un’autentica stufa russa. Ecco i locali preferiti dagli abitanti del posto per pranzare, bere e divertirsi

Cucina russa tradizionale

I gourmet locali consigliano il ristorante “Sobranie” sulla Volzhskaya Naberezhnaya al n. 33, accanto al “Museo della musica e del tempo”: l’interno del locale è in stile rétro, con porcellane Gzhel e un’autentica stufa russa dentro cui vengono cotti il pane e i piatti principali. Vi consigliamo di provare lo shchi del giorno e la torta al salmone!

“Baguette, pashtet i zheltyi pled” (Ulitsa Sobinova, 416) è un locale accogliente in stile provenzale che propone gustosi piatti della cucina francese a prezzi moderati. Un consiglio dai frequentatori locali: se desiderate mangiare due piatti di cozze al prezzo di uno, andate il martedì.

Il Museo della musica e del tempo. Fonte: ufficio stampaIl Museo della musica e del tempo. Fonte: ufficio stampa

Se sentite un bisogno impellente di rock, dovete cambiare location e puntare sul bar “Papin garazh” in Ulitsa Pobedy 38/27. Qui si mangiano i migliori hamburger della città. Provate quello al nero di seppia o l’hamburger hawaiano ai gamberi condito con salsa al curry. La sera troverete musica dal vivo e quell’atmosfera giusta che rende un locale di qualità leggendario.

Al "Baguette, pashtet i zheltyi pled". Fonte: Instagram khurtovamashaAl "Baguette, pashtet i zheltyi pled". Fonte: Instagram khurtovamasha

Se invece volete bere un caffè, andate da Surf Coffee in Ulitsa Svobody, 41. Qui tutto è consacrato al surf e potrete anche esercitare il vostro equilibrio su una balance board.

Le vie dei locali di Yaroslavl

Le vie della movida di Yaroslavl sono la Ulitsa Kirova e la Ulitsa Svobody. È qui che pulsa la vita notturna. Nei giorni feriali fino alle 23 e nei festivi fino alle 4-5 del mattino queste vie sono invase da un fiume impetuoso di persone che si spostano da un locale all’altro.

Al bar "Cocktail". Fonte: ufficio stampa Al bar "Cocktail". Fonte: ufficio stampa

A contendersi il primo posto nel gradimento sono due locali: il “Cocktail” e il “Cuba libre”, situati in due palazzi attigui e aperti 24 ore su 24. Il primo è il più vecchio, avendo aperto i battenti nel 2001, e la sua carta vincente sono nei giorni feriali gli sconti fino al 50% su tutte le bevande. Il secondo fa parte di una catena che ha aperto filiali non solo a Yaroslavl, ma anche a Mosca, San Pietroburgo e Rostov-sul-Don. Il “Cocktail” è dotato di un bellissimo spazio outdoor con amache, però il “Cuba” è il più popolare. Qui di notte il pubblico balla sui banchi e sulle panche.

Al bar "Cocktail". Fonte: ufficio stampaAl bar "Cocktail". Fonte: ufficio stampa

Se siete saturi di suoni cacofonici, potete rilassarvi in un bar narghilè. La città è piena di questo genere di bar e lo stesso “Cocktail” offre questa possibilità, ma gli amanti del narghilè consigliano una mansarda segreta, la “Les TCHK” in Ulitsa Svoboda 34b. Un locale esclusivo, dove per entrare bisogna conoscere la parola d’ordine e un codice, o meglio ancora il numero di telefono (+7-906-527-56-86, ma mi raccomando, bocca chiusa). Qui troverete pace e silenzio. Nel locale vengono proiettati vecchie pellicole del cinema muto e film su Dracula.

Un ristorante segreto con dress code 

Per trovare un’atmosfera bohémienne andate al caffè “Skver 20/10” dietro il Teatro Volkov, in Boulevard Pervomaiskij 5. Il locale è frequentato dall’élite della città, dalla locale squadra di hockey e dai vip moscoviti di passaggio. Di giorno è un ristorantino tranquillo, ma di notte si trasforma in un cocktail bar con dress code severo e un’accoglienza speciale per i suoi frequentatori.

Il ristorante "De Gusto". Fonte: ufficio stampaIl ristorante "De Gusto". Fonte: ufficio stampa

“In tutti i 6 anni della sua esistenza non ho mai visto allo “Skver” un menù”, dice ridendo la blogger di Yaroslavl Asia Sveshnikova. “Qui ai vecchi habitué si riserva un’attenzione particolare, non si dimenticano le loro facce e quando arrivi ti versano la tua bevanda preferita prima ancora che la ordini. Agli altri clienti i barman preparano qualunque tipo di cocktail. Inoltre, le ordinazioni standard non sono troppo gradite: anziché ordinare un “Cosmopolitan”, è meglio dire 'qualcosa di dolce con del rum'. Il conto non deve sorprendere, qui riconoscono immediatamente la disponibilità economica di un cliente dal suo look”. 

Ti potrebbe interessare anche: 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta