Crimea, in aumento i turisti ucraini

Turisti sulle coste della Crimea.

Turisti sulle coste della Crimea.

: Sergej Malgavko/RIA Novosti
Nonostante le tensioni tra Mosca e Kiev, non si registrano ripercussioni su questo settore. Al contrario gli arrivi dall’Ucraina nella penisola risultano in crescita. L’intervista al ministro Strelbitskij

Il ministro del Turismo della Crimea, Sergej Strelbitskij, è convinto che le nuove tensioni tra Mosca e Kiev non avranno ricadute sull’industria del turismo della penisola. Fino a questo momento il flusso di visitatori ucraini in Crimea infatti si è rivelato costantemente in aumento.

A seguito di quanto accaduto nel nord della penisola, sconsiglierebbe di visitare alcune zone della Crimea?

No, non prevediamo alcun tipo di restrizione. Continuiamo a lavorare come abbiamo sempre fatto. Questi eventi non hanno avuto ripercussioni né sul nostro lavoro, né su quello delle strutture turistiche del territorio.

Le autorità ucraine hanno consigliato alla propria popolazione di non recarsi in Crimea. Ci saranno delle ripercussioni sull’industria del turismo a seguito di questo provvedimento?

Affatto. I cittadini ucraini continueranno a visitare la Crimea come hanno sempre fatto. La verità è evidente: basta guardare la quantità di auto con targhe ucraine che circolano sulle strade della Crimea. Si tratta di veicoli che provengono da diverse parti dell’Ucraina. E noi siamo molti lieti di dare il benvenuto ai visitatori ucraini. La gente viene, visita la Crimea, vede come si sta sviluppando. E la propaganda che viene fatta nel loro territorio di fatto viene immediatamente annullata di fronte a questa realtà.

Quanti turisti sono stati in Crimea? Ci sono delle statistiche?

Quest’anno ci sono stati 4,6 milioni di turisti, di cui il 10% circa proveniente dall’Ucraina. Nel mese di giugno 2016 gli arrivi provenienti dall’Ucraina sono stati pari al 9% di tutti i visitatori della penisola. I dati di luglio sono ancora in fase di elaborazione, ma posso dire che l’incoming dall’Ucraina si aggira intorno al 15%. In altre parole, i visitatori ucraini sono in aumento.

Da dove provengono questi turisti? A cosa è dovuto l’aumento di turisti ucraini in Crimea?

Possiamo notare l’aumento, ma non possiamo stabilire i fattori che lo stanno determinando. Ogni anno eseguiamo un sondaggio fra i turisti, e quest’anno non abbiamo fatto eccezione. L’indagine è partita a maggio e terminerà a ottobre: forse al termine del sondaggio saremo in grado di stabilire i fattori che hanno incrementato gli arrivi. Magari si tratta di passaparola, o di qualcos’altro.

Quanti turisti visiteranno la Crimea quest’anno, secondo le previsioni?

Circa sei milioni. E questa cifra è alquanto realistica perché le statistiche provvisorie indicano che le nostre previsioni si stanno avverando.

La maggior parte dei turisti alloggia in strutture alberghiere o in strutture private?

Le cifre precise le avremo solamente a ottobre. Per ora posso dire che la maggior parte dei turisti alloggia in sanatori, hotel e case in affitto. La stagione turistica quest’anno è stata un successo.

Qui la versione originale del testo.

Il 10 agosto la Russia ha accusato l'Ucraina di aver cercato di organizzato attentati terroristici nel territorio della Crimea. I sabotatori ucraini, come conferma il Servizio federale di sicurezza della Federazione Russa (Fsb), farebbero parte delle forze speciali dell’Ucraina. Dopo essersi divisi in due gruppi, avrebbero cercato di penetrare in Crimea portando con sé ordigni esplosivi artigianali, oltre a munizioni, granate, mine e armi. I sabotatori sono stati arrestati. Dagli interrogatori l’Fsb ha appreso che nella penisola è attiva un’intera rete dei servizi segreti. Negli scontri sono morti due ufficiali russi.

Ti potrebbe interessare anche: 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta