Cinque cose che vi mancheranno della Russia

Pronti per un viaggio in Russia? Preparatevi a fare il pieno di nostalgia di alcune cose che, molto probabilmente, altrove non troverete.

Pronti per un viaggio in Russia? Preparatevi a fare il pieno di nostalgia di alcune cose che, molto probabilmente, altrove non troverete.

: Alyona Repkina
Dai negozi aperti 24h al wi-fi ovunque. Ecco di cosa hanno nostalgia gli stranieri una volta tornati da un viaggio in questo Paese

Ogni viaggio contiene buone e cattive sorprese che costituiscono l'esperienza individuale di ciascuno di noi. Andando dall'Europa in Asia, potresti sentirti a disagio senza un disinfettante per le mani, ma potresti apprezzare molto i costi bassi e la frutta fresca reperibile in ogni angolo. Viaggiando dalle zone rurali alle grandi città, ti piacerà forse la cura dei dettagli urbani e la bellezza di avere cinque tacche di 4G, però forse in fondo desideri la semplicità della vita e della natura. Ma quali sono le cose indimenticabili che la Russia ha da offrire, secondo i viaggiatori stranieri?

1. Prodotti alimentari

Fonte: Alyona RepkinaFonte: Alyona Repkina

Seppure ogni tanto la cucina russa porti a dire "no", spesso è il vostro stomaco a dire "sì" in seguito. Le influenze nordiche hanno avuto un impatto sul cibo russo per vari aspetti: sia come modo di cucinare, sia come inventiva per conservare gli alimenti.

Scott Brauer, 34 anni, fotografo freelance di Boston, Massachusetts, USA, ha visitato la Russia 4 volte:

Il cibo è la cosa che mi manca di più. I pelmeni, il pane nero, piatti a base di ribes nero, il mors, i sushki, gli shashlik (una specie di spiedini russi). Mi piacciono anche le caffetterie all'aperto. Forse non tanto quelle di Mosca, dove non sono mai stato in estate, ma in tutte le altre città che ho visitato, mi piace il fatto di poter mangiare o bere in qualsiasi parco o sul marciapiede o sul lungofiume.

Joe Crescente, 38 anni, scrittore e direttore contenuti presso Content COLAB di Portland, Maine, USA, ha visitato la Russia 14 volte:

Due piatti mi riportano alla Russia del mio primo viaggio: pelmeni e shaurma (una specie di kebab). I pelmeni probabilmente hanno rappresentato il 50 per cento delle calorie assunte da me durante quel viaggio. Ne ho provata assolutamente ogni varietà: siberiani, cinesi, di maiale, di manzo, di pesce e con ogni salsa possibile e immaginabile (panna acida, peperoncino, curry, maionese, soia). Hanno davvero guadagnato la reputazione di principale piatto russo per scapoli. Per quanto riguarda la shaurma, non c'è spuntino migliore dopo una lunga nottata. In quel primo anno non potevo tornarmene a casa senza aver prima divorato una o due shaurma.

2. I trasporti

Fonte: Alyona RepkinaFonte: Alyona Repkina

Per il suo enorme territorio, le grandi distanze e la pianificazione d'epoca socialista, la Russia ha sviluppato un sistema comodo e relativamente conveniente di trasporti via terra e di metro, facile da usare soprattutto se si conosce un po' il cirillico.

Alberto Caspani, 39 anni, giornalista di viaggio di Milano, Italia, ha visitato la Russia 10 volte:

Mi mancano gli ottimi collegamenti ferroviari, con la tempestività e la bellezza delle assistenti di servizio sui vagoni.

Peggy Lohse, 27 anni, blogger e giornalista di viaggio di Dresda, Germania, ha visitato la Russia 11 volte:

Mi è piaciuto che metropolitana, bus e minibus non hanno un orario preciso, ma passano almeno ogni cinque minuti.

Scott Brauer, 34 anni, fotografo freelance di Boston, Massachusetts, USA, ha visitato la Russia 4 volte:

Mi manca la metropolitana di Mosca. È così veloce, conveniente e bella.

3. Internet e la telefonia mobile

Fonte: Alyona RepkinaFonte: Alyona Repkina

I russi nelle grandi città si sono abituati al Wi-Fi sul trasporto pubblico, sia esso un autobus o un vagone della metropolitana, e anche nei caffè, aeroporti, biblioteche, università, alberghi e molti altri luoghi pubblici. Anche gli operatori mobili sono molto convenienti in Russia rispetto a Stati Uniti ed Europa.

Lyndon Poskitt, 38 anni, ingegnere meccanico, pilota e viaggiatore dello Yorkshire, Regno Unito, ha visitato la Russia 3 volte:

Mi manca la navigazione dati a basso costo, le persone robuste dell'entroterra e il cibo semplice.

4. I negozi aperti 24h e le città che non dormono mai

Fonte: Alyona RepkinaFonte: Alyona Repkina

Tutto è sempre a disposizione se si vive in una grande città russa: alimentari e farmacie aperte 24h, cinema a tarda notte, consegna a domicilio, stampa istantanea di foto, ristoranti fast-food e sempre traffico.

Peggy Lohse, 27 anni, blogger e giornalista di viaggio di Dresda, Germania, ha visitato la Russia 11 volte:

Ogni volta che devo lasciare la Russia per un po', la cosa che mi manca di più - oltre alla neve, la lingua e i funghi - è lo stile di vita delle città russe, così indaffarato. Mi mancano i negozi aperti tutti i giorni della settimana, anche tutto il giorno. In Germania è abbastanza normale che nessuno si trovi per strada dopo le 20 o nelle zone tranquille della città. In Russia ci sono persone ovunque in ogni momento, non solo a Mosca o San Pietroburgo, ma anche nelle città più piccole come Petrozavodsk, Tomsk, Tver o persino nel villaggio polare di Igarka.

5. Il modo in cui le persone ti trattano e il modo in cui sorridono

Fonte: Alyona RepkinaFonte: Alyona Repkina

I modelli di comportamento in Russia sono abbastanza inusuali per uno straniero, ma nonostante la scontrosità apparente, potrebbero rivelarsi una piacevole sorpresa per coloro che cercano di decifrare il codice sociale russo.

Andras Karpati, 30 anni, businessman ungherese, ha visitato la Russia 15 volte:

Quello che mi manca di più della Russia è l'incredibile ospitalità della gente, i padroni di casa divertenti e cordiali. Mi mancano le luci di Mosca, che non si spengono mai, accese sette giorni su sette, 365 giorni all'anno, e mi manca la sensazione di essere in mezzo a gente che ama il proprio Paese in maniera così sincera e genuina che è difficile trovare casi simili nel mondo.

Ajay Kamalakaran, 37 anni, giornalista e blogger di Mumbai, India, ha visitato la Russia 12 volte:

Mi mancano le peculiarità della vita quotidiana russa. In un Paese in cui sorridere agli estranei non fa parte della cultura, è incredibile quanto spesso belle donne sorridono per la strada a chi è evidentemente uno straniero. Questo succede tanto a Mosca, quanto in città più piccole di provincia. Poi c'è il senso dell'umorismo russo. Ci vuole un po' per abituarcisi, ma una volta comprese appieno le sfumature culturali, non se ne potrà più fare a meno.

Continua a leggere: 

Oltre il caviale, i piatti russi più sconosciuti

La guerra agli stereotipi

I russi e le loro stranezze

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta