Tinder spopola e il viaggio si fa social

: Alyona Repkina
La famosa applicazione per incontri online è molto gettonata in Russia e sempre più spesso mette in contatto stranieri con gente del posto. Ma chi si affida a questo social network e perché?

Sempre più gente utilizza app per incontrare nuove persone, visitare nuovi locali o semplicemente per avere una “guida” personale in giro per la città. Per anni Couchsurfing è stato uno dei servizi di rete sociale tra i più gettonati. Ma oggi sul mercato degli incontri virtuali si sta affacciando un nuovo social network, sempre più popolare in Russia: Tinder, una tra le più popolari applicazioni per incontri online. Rbth ha cercato di capire come funziona e cos’è che lo rende così gettonato. 

Su Internet si leggono moltissime storie di persone che utilizzano Tinder per conoscere culture locali e incontrare persone che possano dare loro suggerimenti interessanti per visitare una città nuova. Molte volte è utilizzato per avere nuovi flirt e avventure di una notte durante un viaggio. Secondo un sondaggio, i turisti statunitensi sono coloro che più di tutti ricorrono alle app per incontri occasionali. 

Jaime (nome di fantasia) dall’Olanda ha visitato Mosca poco più di un anno fa. Non sapeva esattamente cosa aspettarsi. Una volta arrivato, ha visitato i luoghi più importanti della città vicino alla Piazza Rossa. Non sapeva però bene dove andare e così ha deciso di affidarsi a Tinder. Attraverso la app Jaime ha conosciuto una ragazza russa, con la quale ha trascorso una serata in un bar. “È stato divertente - racconta Jaime -. Tinder funziona bene in Russia, al contrario di altri Paesi”. Per lui è stato più facile conoscere gente attraverso una app. 

Fonte: Alyona RepkinaFonte: Alyona Repkina

David, dal Regno Unito, si è trasferito a Mosca per lavoro un anno fa. E da allora ha iniziato a utilizzare Tinder. In alcune occasioni, confessa, la lingua per lui si è rivelata una barriera. Tuttavia, spiega, la app si è rivelata utile non solo per viaggiare ma anche per “conoscere gente con la quale visitare Mosca”. David, racconta, si è ritrovato in svariate situazioni. Una volta ha conosciuto una ragazza con la quale ha visitato una mostra d’arte. E sono rimasti d’accordo di vedersi un’altra volta per praticare inglese. “Lei però parlava molto poco inglese e per me era alquanto difficile capirla”, racconta. 

Viktoria è moscovita e in diverse occasioni si è offerta come guida per la città attraverso Tinder. La prima volta è stata con un turista franco-giapponese, il quale fin dal primo momento ha precisato di essere fidanzato e di essere interessato esclusivamente a fare un giro per il centro. Insieme hanno fatto una passeggiata, visitando i principali luoghi turistici della città. 

La seconda volta per Viktoria è stata ben più imbarazzante: ha conosciuto un italiano che le ha proposto di andare a visitare l’armeria del Cremlino. Cinque minuti dopo essere entrati nel museo, però, il ragazzo le ha proposto di sedersi. “Perché siamo venuti al museo se non gli interessa?”, ha pensato Viktoria. Ed è stato in quel momento che il ragazzo le ha chiesto di poterla baciare. Davanti a un suo rifiuto, lui le ha domandato: “Perché? Forse perché siamo dentro al Cremlino?”. Viktoria era interessata esclusivamente a fargli conoscere la città. Ma evidentemente non sempre le intenzioni coincidono. 

È importante, ha spiegato Viktoria, mettere in chiaro fin da subito le proprie intenzioni, per evitare malintesi: meglio quindi far capire se si ha intenzione di fare semplicemente una passeggiata o se ci si vuole spingere oltre. 

Al momento di incontrare una persona conosciuta su internet, non dimenticate alcune semplici regole di sicurezza:

\tDatevi appuntamento in un luogo pubblico e, possibilmente, con un amico o un’amica\tCercate di raccogliere più informazioni possibili, magari utilizzando Facebook o Linkedin\tEvitate di far sapere l’indirizzo di casa vostra, per esempio nel momento in cui comunicate la via al tassista

Continua a leggere: 

Visti, tutto quello che c’è da sapere

Turismo: la Russia nella top-10 dei Paesi più visitati

Transiberiana, innamorarsi della Siberia dal finestrino

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta