Quando Russia fa rima con avventura

In viaggio con i popoli del Nord (Foto: Lori / Legion Media)

In viaggio con i popoli del Nord (Foto: Lori / Legion Media)

Dalle gelide terre del Nord fino alla taiga più selvaggia. Se amate le emozioni forti, non potete perdervi un viaggio lungo il Paese più grande del mondo. Che offre panorami mozzafiato e incontri inaspettati

La Russia è il più grande Paese del mondo. Copre nove fusi orari diversi e si estende su due continenti. Con tutti questi record, non è difficile immaginare che possa essere una terra di avventure senza limiti. Questo Paese offre molto di più rispetto al borsch e al balletto. Russia Oggi ha cercato di stilare una breve lista delle avventure da vivere tra il Golfo di Finlandia e lo Stretto di Bering.

Raggiungere il Polo Nord da Murmansk

Mosca e San Pietroburgo possono essere fredde, ma non hanno niente a che vedere con la Terra di Francesco Giuseppe, un remoto arcipelago russo situato nel Mar Glaciale Artico. La Terra di Francesco Giuseppe era una volta il punto di imbarco per gli esploratori del Polo Nord e dove molte di quelle anime coraggiose hanno conosciuto la loro fine. Oggi, rappresenta un luogo di sosta per le navi russe che viaggiano verso il Polo Nord.

In pieno inverno, le superfici gelate di alcuni laghi sono percorribili anche in auto (Foto: Lori / Legion Media)

La maggior parte delle navi dirette verso il Polo Nord partono da Murmansk, la più grande città artica del mondo e uno dei migliori luoghi in Russia dove vedere l'aurora boreale. Quark Expeditions organizza un tour di 14 giorni (il costo è di 25mila dollari) su una nave rompighiaccio da Murmansk al Polo Nord. Lungo la strada, vedrete orsi polari e uccelli artici, camminerete sulla Terra di Francesco Giuseppe e farete un viaggio in mongolfiera sopra il Polo Nord. Il tour va prenotato con largo anticipo.

Autostop

Nel 2008, Mckenzie Funk ha viaggiato in autostop attraverso la Russia, da Vladivostok a Mosca, per scrivere un articolo per il National Geographic. L’autostop, noto come avtostop in russo, potrà anche avere una cattiva reputazione, ma rappresenta comunque uno dei modi migliori per vedere un Paese. Anziché guardare il paesaggio scorrere dal finestrino di un treno, l’autostop permette ai viaggiatori di incontrare la gente locale che può insegnare molto di più su un posto di quanto non possa fare un tour operator.

Se state pensando di fare l’autostop, preparatevi una buona tabella di marcia e siate prudenti. Ricordate: se un conducente accosta e non vi fa una buona impressione, non è necessario accettare il passaggio. Numerosi club di autostoppisti in Russia organizzano meeting formativi su come fare l’autostop. L'Accademia del viaggio libero di Mosca ha sponsorizzato viaggi in autostop in tutta la Russia, l'Africa e il Medio Oriente.

Tigre selvatica (Foto: Lori / Legion Media)

Sulle orme delle tigri selvatiche

Nel 1902, l'esploratore russo Vladimir Arsenyev ha mappato la regione nordica di Vladivistok nell’Estremo Oriente russo con Dersu Uzala, un cacciatore nativo del luogo. Durante i suoi viaggi, Arsenyev ha spesso incontrato delle tigri siberiane e ha scritto di loro nelle sue memorie.

Oggi, nella natura selvaggia restano solo 350-400 tigri siberiane, soprattutto nelle montagne dove Arsenyev si è recato una volta. La Wildlife Conservation Society ha sostenuto numerose campagne anti-bracconaggio e le tigri stanno mostrando segni di ripresa.

I giorni in cui Arsenyev girovagava per le foreste piene di tigri appartengono ormai al passato, ma Responsible Travel organizza un Safari Tigre di due settimane (4.000 dollari) dove i viaggiatori partecipano a escursioni nella taiga con le guide locali e vanno alla ricerca delle tigri selvatiche. Il tour prevede anche la possibilità di vedere orsi, cervi e addirittura un leopardo dell’Amur, il felino a più alto rischio di estinzione del mondo.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta