Viaggio nella città di ghiaccio

Le festività per l'inizio del nuovo anno sono il momento ideale per visitare la regione (Fonte: Ivan Dementievsky)

Le festività per l'inizio del nuovo anno sono il momento ideale per visitare la regione (Fonte: Ivan Dementievsky)

D'inverno le temperature toccano i -40°. Ma niente scoraggia gli oltre duecentomila abitanti di Yakutsk. E sono tanti i luoghi da visitare

Yakutsk sorge sulle rive del fiume Lena, uno più lunghi del mondo. Ma, dal punto di vista geografico, la notizia è un'altra: qui le temperature invernali si aggirano in media intorno ai -40°. Gelo avvolto in una coltre di nebbia che avvolge tutta la città. E Yakutsk è anche sinonimo di sbalzi climatici: durante l'estate, i termometri spesso raggiungono i 30° C. E nonostante le condizioni meteorologiche estreme, Yakutsk conta una popolazione di 200.000 abitanti in continua crescita e sta rapidamente diventando una delle città più vive dell’Estremo Oriente. La città è la capitale della Repubblica di Sakha, un vasto territorio grande quanto l'India, ma con una popolazione di poco meno di un milione di abitanti. Yakutsk è popolata principalmente dai nativi yakuti, evenki ed eveny. Per chiunque sia interessato a esplorare i più remoti angoli della Russia visitare Yakutsk è un must.

La storia.Yakutsk è stata fondata nel 1632 da un gruppo di esploratori cosacchi. È rimasta un piccolo avamposto fino alla fine del 19° secolo, quando nella regione fu scoperta l’esistenza di miniere d’oro. Costruire una delle città più a nord del mondo ha comportato grandi sfide; Yakutsk poggia infatti sul permafrost e molti degli edifici sono costruiti su palafitte per preservarne la stabilità. Prima della conquista russa dell'Estremo Oriente, la maggior parte delle popolazioni indigene nella Repubblica di Sakha erano semi - nomadi e pastori di renne. Molte si sono convertite alla Chiesa ortodossa russa e sono state poi obbligate a imparare il russo durante l'epoca sovietica. Yakutsk ha un certo numero di luoghi dove i visitatori possono conoscere la storia della regione, tutti situati nel centro città e facilmente visitabili a piedi.

Un viaggio per chiunque voglia osservare come vivere in condizioni proibitive (Fonte: Ria Novosti)

Primo giorno

Se siete arrivati a Yakutsk dopo un lungo viaggio via terra e avete bisogno di un caffè, inaugurate il vostro primo giorno presso il Jonathan Kofeynya (26 Ul.Yaroslavskogo). Poi, proseguite a piedi per Ul. Yaroslavskogo e girate a destra in Ul. Kulakovskogo verso il Museo del Mammut (48 Ul. Kulakovskogo). Lo strato di permafrost su cui poggia Yakutsk ha conservato molti dei mammut che un tempo vagavano per la Siberia. All’interno del museo sono esposti scheletri di mammut, nonché esemplari imbalsamati di questi antichi mammiferi. Il museo archeologico ed etnografico adiacente fornisce uno spaccato sulla cultura e sulla vita dei nativi della Repubblica di SakhaTerminata la visita al museo, girate a est in Ul. Kulakovskogo e poi a sinistra verso prospekt Lenina. Scoprite il Museo Regionale (5/2 Pr. Lenina) con le sue mostre sulla natura della regione e sui primi insediamenti russi. In alternativa, proseguite fino a Pr. Lenina e girate a sinistra in Ul. Kirova verso il Museo Khomus (31 Ul. Kirova). Il Khomus, detto anche arpa ebraica, è un piccolo strumento molto utilizzato in numerose culture asiatiche. I musicisti tengono lo strumento fermo tra i denti e il respiro stimola la vibrazione per formare il suono.

Proseguite a sud est giù per Ul. Kirova verso Piazza Lenin e la città vecchia di Yakutsk per una piacevole passeggiata e una pausa pranzo. Per assaggiare il cibo tipico di Yakut, sostate presso il Kemelok (30/1 Ul. Ordzhonikidze ) o girate a sinistra in Pr. Lenina verso il Tamerlan (Tav. Ordzhonikidze ) dove è possibile provare il barbecue mongolo e gli shashlyk (spiedini di carne marinati e cotti al barbecue). Nel pomeriggio, visitate il Museo Nazionale d'Arte (9 Ul. Kirova) in Piazza Lenin per curiosare sulle opere d'arte russe e della Yakutia. Una volta arrivata la sera, prendete un taxi appena fuori da Chochur Muran (Viliusky Trakt, Km 7) per farvi un’idea di Yakutsk e gustarvi una sontuosa cena a base di piatti tipici della Yakutia, come il pesce o la carne di renna, o rimanere in città e assistere a uno spettacolo presso il Teatro Sakha (Tav. Ordzhonikidze).

Anche a meno 40° c'è chi non rinuncia a un giorno di lavoro (Fonte: Rian Novosti)

Secondo giorno

Se state visitando Yakutsk durante i mesi più caldi, fate una crociera fluviale sul fiume Lena. È sufficiente una gita di un giorno che parte dalla città e arriva fino al Parco Naturale dei Pilastri del Lena, una serie di colossali pilastri di pietra calcarea che sono stati recentemente dichiarati patrimonio mondiale dell'Unesco. È possibile prenotare un tour sul sito askyakutia.com o presso un’agenzia di viaggio. Appena a sud di Yakusk c’è Orto Doidu, un centro immerso nella natura che si trova sulla strada per la città di Pokrovsk dove i visitatori possono vedere gli animali provenienti da tutto l'Estremo Oriente. Durante l' estate a Yakutsk è possibile ottenere un po’ di sollievo dal caldo recandosi presso il Regno del Permafrost, un'attrazione turistica appena fuori dalla città che consiste in un sistema di tunnel scavati nel permafrost a 150 metri di profondità dove la temperatura non supera mai i -5° C. All’interno ci sono sculture di ghiaccio, uno slittino e un bar che serve vodka in bicchieri di ghiaccio. Il museo fornisce inoltre informazioni sul permafrost di Yakutsk e all’ingresso vengono offerti vestiti per sopportare il freddo invernale all'interno.

Se possibile, cercate di pianificare il vostro viaggio nella Repubblica di Sakha in occasione di una delle sue feste. L'ultimo fine settimana di giugno, infatti, persone provenienti da tutta la Yakutia si riuniscono nel villaggio di Zhetai, appena fuori Yakutsk, per il festival annuale di Ysyakh dove gli abitanti indossano costumi tradizionali e mettono in scena danze e spettacoli. Durante l'inverno, visitate Yakutsk a fine marzo e noleggiate una macchina per recarvi 650 km a nord di Oymyakon che è considerato il luogo abitato più freddo della terra, per il Festival del Polo del freddo che comprende musica e gare di renne.

Come arrivare: i voli per Yakutsk possono essere costosi, ma con una pianificazione anticipata e date flessibili è possibile trovare voli andata e ritorno diretti da Mosca, Novosibirsk, Vladivostok o Khabarovsk per circa 500 dollari. Il vettore russo S7 offre le migliori tariffe.

Raggiungere Yakutsk via terra richiede più tempo, ma vale la pena vivere l'avventura. La linea ferroviaria Amur - Yakutsk Mainline (AYAM), che dovrebbe consentire di raggiungere Yakutsk in treno, dovrebbe essere completata nel 2014. Fino a quando l' ultima parte dell’AYAM non verrà completata, è possibile prendere il treno per Aldan o Tommot. Da lì, le auto private consentono di percorrere i 450-500 chilometri che mancano per raggiungere Yakutsk  a prezzi ragionevoli. Se siete in viaggio attraverso la Russia in treno e desiderate includere Yakutsk nel vostro viaggio, trasferitevi sulla linea ferroviaria Baikal -Amur (BAM) e prendete l’AYAM nella città di Tynda.

Dove alloggiare: Provate il Polar Star Hotel (24 Pr. Lenina) che si trova a pochi passi dal centro storico di Yakutsk e da tutti i principali siti turistici della città . Le camere partono da 150 dollari a notte.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta