Un week end a San Pietroburgo

Vista notturna della Cattedrale di Sant'Isacco (Foto: Slava Stepanov)

Vista notturna della Cattedrale di Sant'Isacco (Foto: Slava Stepanov)

Tre intensi giorni da trascorrere nella capitale culturale e turistica della Russia, visitando i luoghi più curiosi e insoliti

San Pietroburgo non è solo la capitale culturale della Russia, ma anche la sua capitale turistica. Migliaia di persone provenienti da ogni angolo del mondo visitano periodicamente la città di Pietro il Grande e Dostoevskij e questo flusso incessante di presenze pare destinato a non arrestarsi.  

Sergei Naraikin propone ai lettori di Russia Oggi un itinerario che consente ai viaggiatori, che scelgono come meta per il week end la Capitale del Nord,di evitare i soliti circuiti turistici, senza perdersi nulla.

Venerdì, ore 16. San Pietroburgo contemplata dall’alto, con gli occhi di un uccello
Il primo impatto con la città deve avvenire dall’alto, ma realizzare quest’obiettivo non è così facile: a San Pietroburgo quasi non esistono edifici alti. Il luogo ideale a tale scopo è la Cattedrale di Sant’Isacco, più volte celebrata nei versi da tanti poeti russi, da Brodskij a Gumilev. Dopo il tramonto, una volta salita l’angusta scala a chiocciola che conduce fino a un’altezza di 100 metri, si spalancherà davanti ai vostri occhi una vista affascinante della città. Non trascurate l’interno della cattedrale, di notevole interesse. Non è un caso che la Cattedrale di Sant’Isacco sia considerata uno dei più rilevanti monumenti architettonici di San Pietroburgo.

Piazza Sant’Isacco, metro Admiralteiskaja


Ore 18, cena 
A San Pietroburgo l’offerta di caffè e ristoranti a prezzo moderato è enorme e in questo la Capitale del Nord dà dei punti a Mosca. Nei dintorni della Cattedrale di Sant’Isacco questi locali abbondano. Vi suggeriamo un tipico caffè-ristorante pietroburghese, il “Teplo” (Calore), con un’atmosfera casalinga e accogliente. I proprietari del “Teplo” hanno cercato di riprodurre nel loro locale l’atmosfera di un appartamento della vecchia San Pietroburgo. In questi appartamenti, fino all’epoca sovietica, si ritrovavano i migliori rappresentanti della vita intellettuale pietroburghese e qualche volta vedevano la luce opere artistiche e culturali che avrebbero dato in seguito lustro alla città in tutto il mondo. I libri sugli scaffali, i giocattoli, i tappeti, la luce morbida e diffusa.

In estate si può mangiare sulla terrazza, situata in un piccolo cortile silenzioso. Il menù propone piatti della tradizione culinaria russa e piatti europei. Il borsch con la panna acida costa 6 euro, mentre il manzo alla stroganoff con funghi orecchioni e champignon 10. La prenotazione è obbligatoria. Il personale parla anche inglese.

Bolshaja Morskaja, metro Admiralteiskaja.  Tel. 8 (812) 570-19-74

Ore 20, vita notturna

Dopo la cenetta lanciatevi nella vita notturna di Bolshaja Koniushennaja. Per fare il giro di tutti i locali non vi basterebbe una giornata intera, anche se la via è piuttosto breve. Solo di pub inglesi se ne contano cinque! A Pietroburgo i pub sono da sempre molto popolari, ma qui ne troverete 10 volte di più che nella capitale russa. La maggior parte dei pub pietroburghesi supererebbe i più severi test di autenticità e qualità. Oltre che ai pub, non dimenticate di dare un’occhiata al “Sakvoiazh beremennoi shpionki!” (Lo zaino della spiona incinta!), non un comune ristorante, ma un’autentica opera d’arte; locale dal décor sbalorditivo, con pistole, semafori e auto d’epoca.

Metro Nevskij prospekt

Pub O Hooligans – Bolshaja Koniushennaja, 14

Pub Tower – Bolshaja Koniushennaja, 14

Pub Mollie's Mews – Bolshaja Koniushennaja, 5

Sakvoiazh beremennoi shpionki – Bolshaja Koniushennaja, 17

 }

(Foto: Slava Stepanov)

Il ponte inglese sulla Fontanka (Foto: Slava Stepanov)

Sabato. Ore 12, colazione tra i libri
Il mattino vi raccomandiamo di passare dalla libreria Dom knigi (La casa del libro), situata all’angolo tra Nevskij Prospekt e il Canale Griboedov, nello storico palazzo Zigner. Restaurata due anni fa, la Dom knigi è la più famosa libreria della città e una delle più importanti in Europa. Qui potrete acquistare libri e album fotografici su San Pietroburgo e fare colazione al caffè Zigner, all’ultimo piano del palazzo, con vista sulla città.

Nevskij Prospekt, 28, metro Nevskij Prospekt

Ore 14, souvenir prelibati
Una parte della giornata potrà essere dedicata allo shopping. Il più celebre e antico centro commerciale della città è il Bolshoj Gostinyi Dvor (La Grande corte dei mercanti), le cui origini risalgono a tre secoli fa.

Imperdibile una visita allo storico negozio di gastronomia Eliseev, che ricorda da vicino un museo. In questo celebre negozio sono state, tra l’altro, girate alcune scene dell’ultima trasposizione cinematografica del romanzo IlMaestro e Margherita di Mikhail Bulgakov. La varietà dei prodotti in vendita da Eliseev soddisferebbe le esigenze dei gourmet più raffinati. Qui troverete prelibatezze per tutti i gusti: formaggi, salumi, dessert e caviale in confezione regalo, da acquistare come souvenir.

Nevskij prospekt, 35, metro Nevskij prospekt

Ore 16. Musei e gallerie d’arte
San Pietroburgo è ritenuta, non a torto, la capitale culturale della Russia: i musei e i luoghi di interesse culturale qui da sempre non si contano. Ma, come si è detto, potrete trovarne facilmente notizia in ogni guida turistica. Il nostro consiglio è quello di visitare, invece, il centro culturale Loft-proekt Etazhi; il primo e il più famoso spazio artistico della città, che occupa i cinque piani di una ex fabbrica dismessa. Qui la vita ferve senza fermarsi mai e chiunque può trovare in questo luogo qualcosa d’interessante. Oltre alle innumerevoli mostre e performance artistiche, all’Etazhi si possono acquistare libri d’arte e di vari argomenti e si può persino pernottare in un economico ostello.

Ligovski prospekt, 74, Metro Ligovski prospekt

Ore 19.30, cena
Dopo il pomeriggio culturale, concedetevi una passeggiata fino alla via Rubinshtein, lungo cui si concentrano più di una ventina di bar e ristoranti.  Potrete cenare al ristorante georgiano Doto Batono (via Rubinshtein, 30) o al Tapas Barslona (via Rubinshtein, 26). 

Metro Vladimirskaja

Ore 21.30. Locali notturni  
Come abbiamo già detto, Pietroburgo è famosa per i suoi bar. Qui i locali notturni non sono molto popolari e la gente preferisce trascorrere il tempo libero in piccoli locali accoglienti e più intimi. Se vi sono rimaste ancora un po’ d’energie, potrete raggiungere due bar trendy come il  “Mishka” (Naberezhnaia reki Fontanka, 40) e il “Produkty” alla Fontanka (Naberezhnaia reki Fontanka, 17).

Metro Maiakovskaja

Domenica. Ore 12, brunch
E per finire, vi consigliamo di provare la cucina autenticamente russa del ristorante “Idiot”, situato nel centro storico della città, accanto a piazza Sant’Isacco e palazzo Iusupov. L’arredo del ristorante “Idiot” (L’idiota), così chiamato in onore del celebre romanzo di Fedor Dostoevskij, è in stile ottocentesco. Senza dubbio uno dei migliori ristoranti di cucina russa di San Pietroburgo. E dettaglio non trascurabile, il personale parla anche inglese. Bliny con caviale rosso: 390 rubli, Shchi con cavolo cappuccio acido: 290 rubli.

Naberezhnaia reki Moiki, 82, metro Admiralteiskaja

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta