La Rivoluzione a 360 gradi: il video progetto per rivivere gli eventi che cambiarono la storia

RT presenta una serie di filmati girati con la realtà virtuale per racconare i personaggi, i luoghi e le atmosfere di quando, un secolo fa, si diede il via alla realizzazione del sogno socialista

Come sarebbe stato vivere in Russia al tempo della Rivoluzione? Che aria si respirava in quegli anni che riscrissero la storia? E poi, com’erano le trincee di guerra e che cosa voleva dire vestire i panni di un soldato che veniva mandato al fronte a combattere? E se ci ritrovassimo a tu per tu con Lenin e Stalin?
Per il 100esimo anniversario della Rivoluzione russa, RT ha realizzato una serie di video panoramici dedicati a quegli anni. Immagini che vi daranno l’impressione di essere lì, tra le trincee di guerra e tra i personaggi che hanno segnato le sorti del Paese.
L’episodio “Nelle trincee della Prima guerra mondiale”, per esempio, accompagna gli spettatori nel cuore di uno dei conflitti più sanguinosi dell'umanità. Condividere una trincea con i soldati russi significa vedere gli orrori della guerra con i proprio occhi, o meglio, con gli occhiali VR.

Altri episodi conducono invece gli spettatori all’interno di una prigione russa, li accompagnano in una ronda della polizia all’interno di una tipografia sotterranea e nelle stanze segrete di Lenin.

“È stata sicuramente una bella sfida per il regista – racconta Aleksandr Skryabin, che ha diretto gli otto episodi -. Ovviamente durante le riprese non ti puoi allontanare dalla scena, ma devi fare attenzione a non finire all’interno del vidoe a 360 gradi”. In alcuni casi, spiega Skryabin, il team addetto alle riprese si è ritrovato a dover indossare i panni dei personaggi protagonisti del video proprio per nascondere la propria presenza agli spettatori.

Ogni episodio è accompagnato da brevi accenni storici all’inizio e alla fine del video.
“Nel 2017 ci ritroviamo a vivere in un mondo completamente diverso. Non possiamo più insegnare la storia solo così come avveniva 50 anni fa. È facile dire che la gioventù semplicemente non nutre più interesse nei confronti della storia. No, non è così: dobbiamo semplicemente pensare a come rendere la storia interessante. E credo che ci siamo riusciti”, dice Aleksej Nikolov, direttore responsabile di RT, commentando la presentazione del progetto avvenuta il 7 novembre simbolicamente all’interno della stazione metropolitana “Piazza della Rivoluzione” di Mosca.
Ma i progetti di RT per far rivivere la Rivoluzione russa non finiscono qui: il canale ha anche lanciato il progetto #1917LIVE invitando gli utenti di Twitter a rappresentare virtualmente i personaggi che hanno segnato quel periodo.
Il mondo virtuale creato dai tweet ha i proprio leader, operai, soldati e addirittura un giornale chiamato Revolutionary Times o @RT_1917. Questo eccezionale progetto accompagna i follower direttamente nel cuore di quegli anni turbolenti, riportando notizie live dal Palazzo d’Inverno sotto assedio, dalle linee del fronte e dalle fabbriche.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale