Stormi di cormorani danneggiano lo stadio di San Pietroburgo

Football stadium Zenit-Arena in St. Perepberburg. Russia.

Football stadium Zenit-Arena in St. Perepberburg. Russia.

: Nikolaj Gyngazov/Global Look Press
Si sono registrate infiltrazioni nel tetto dell’Arena, il secondo stadio più costoso al mondo, che dovrà ospitare le partite dei prossimi Mondiali di calcio

Stormi di cormorani stanno danneggiando il nuovo tetto dello stadio Arena di San Pietroburgo, il secondo stadio più costoso al mondo dopo il Wembley di Londra. La notizia è stata riferita dal vice governatore della città, Igor Albin.

In una recente intervista Albin ha accusato gli uccelli di aver causato gravi danni alla struttura. “I cormorani stanno creando danni al tetto con i loro potenti becchi. E alcuni spettatori si sono addirittura bagnati a seguito di infiltrazioni”, ha detto.

Dalle sue dichiarazioni emerge quindi che il tetto, che dovrebbe sopportare un peso fino a 400 chili per metro quadro, non riesce a resistere al becco di un cormorano!

Immediate le reazioni della comunità russa online, che ha fortemente criticato le autorità, che hanno speso più di 800 milioni di dollari per realizzare lo stadio, il cui costo iniziale previsto era pari a 120 milioni di dollari.

“Dobbiamo sviluppare un progetto di alta qualità che permetta di proteggere il tetto dagli uccelli, così come avviene negli aeroporti”, ha concluso Albin. Forse senza tenere in considerazione degli ulteriori costi aggiuntivi che questo intervento prevederebbe.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale