Fifa, Putin: Una manovra per ostacolare Blatter

Una serie di arresti hanno travolto l'organo di governo del calcio mondiale (Foto: Reuters)

Una serie di arresti hanno travolto l'organo di governo del calcio mondiale (Foto: Reuters)

Il Presidente russo commenta l’indagine che sta scuotendo la Federazione internazionale di calcio: “Un palese tentativo da parte degli Stati Uniti di estendere la propria giurisdizione su altri paesi”

La bufera che si è scatenata sulla Fifa è “ancora una volta un palese tentativo da parte degli Stati Uniti di estendere la propria giurisdizione sugli altri paesi”. Il Presidente russo Vladimir Putin commenta così lo scandalo che nelle ultime ore ha colpito la Federazione internazionale di calcio. “Si tratta di una palese manovra per ostacolare la rielezione del signor Blatter alla carica di presidente della FIFA, compiendo una volgare violazione del principio di funzionamento delle organizzazioni internazionali”, si legge sul sito ufficiale del Presidente della Russia, che riprende le parole di Putin.

Il capo del Cremlino ha inoltre dichiarato che su Joseph Blatter sono state esercitate pressioni quando la FIFA aveva votato affinché l'incarico di ospitare il Mondiale di calcio 2018 venisse attribuito alla Russia. “Come sappiamo, venerdì si terranno le elezioni del nuovo presidente della FIFA e il signor Blatter ha tutte le possibilità di essere rieletto. Sappiamo anche dei tentativi di influenzare il signor Blatter allo scopo di vietare il Campionato di calcio 2018 in Russia”, ha evidenziato Putin.

Lo scandalo intorno alla FIFA viene paragonato da Putin al caso del fondatore di WikiLeaks, Julian Assange e a quello dell'ex-collaboratore della National Security Agency (NSA, Agenzia per la sicurezza nazionale), Edward Snowden. “Purtroppo, i nostri partner americani si servono di simili metodi per raggiungere i propri scopi utilitaristici e fanno ciò in maniera illegale, perseguitando le persone. Io non escludo che nei confronti della FIFA sia avvenuta la stessa cosa”, ha detto il Presidente russo.

Vladimir Putin ha anche dichiarato che lo scandalo intorno all'arresto dei funzionari della FIFA in Svizzera non ha alcun rapporto con la Russia. “Questo non ci riguarda”, ha detto. 

Il 27 maggio la polizia svizzera ha arrestato alcuni alti funzionari della FIFA con l'accusa di corruzione. Questi arresti sono stati il risultato di indagini condotte parallelamente nei due paesi: in Svizzera e negli Stati Uniti e riguardanti anche gli avvenimenti di 5 anni fa, quando vi furono le elezioni dei paesi ospitanti la coppa del mondo del 2018 e del 2022, la Russia e il Qatar.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta