Gazprom unisce Asia ed Europa con il calcio

L’ex calciatore tedesco Franz Beckenbauer con Vyacheslav Krupenkov, direttore generale di Gazprom Germania SL, durante la conferenza stampa a Monaco (Foto: ufficio stampa)

L’ex calciatore tedesco Franz Beckenbauer con Vyacheslav Krupenkov, direttore generale di Gazprom Germania SL, durante la conferenza stampa a Monaco (Foto: ufficio stampa)

Per il terzo anno consecutivo la compagnia russa organizza Football for Friendship, il progetto che riunirà i bambini di 24 paesi in un unico grande torneo

Il 19 marzo 2015 a Monaco di Baviera, in Germania, è iniziato il progetto sociale internazionale Football for Friendship, avviato da Gazprom nel 2013 con il sostegno della Uefa. Per la terza volta, il progetto si sviluppa in tutto il mondo con l’appoggio dell’agenzia di comunicazione Agt. La compagnia russa del gas celebrerà il Forum internazionale per bambini e il Torneo Giovanile a Berlino, dal 4 al 7 giugno 2015. Al forum parteciperanno squadre delle giovanili provenienti da 24 paesi europei e asiatici. Al termine del torneo, i ragazzi faranno visita all’Olympiastadion, dove si svolgerà  la finale della Champions League. Oltre al torneo finale, il 25 aprile 2015 tutti i paesi partecipanti celebreranno la Giornata internazionale del Calcio e dell’Amicizia. 

L’identità del torneo porta il gene dell'ex calciatore tedesco Franz Beckenbauer, che, come ambasciatore del progetto, ha affermato che Football for Friendship si rivela un’importante iniziativa sociale: “I bambini e le bambine che hanno partecipato al primo e al secondo incontro sono rimasti contagiati dallo spirito del mutuo rispetto, diventando ambasciatori delle idee di uguaglianza e di uno stile di vita sano - ha detto Beckenbauer in conferenza stampa -. Il bagliore nei loro occhi parla più di tante parole. Sono convinto che i giovani atleti che fanno parte del progetto daranno il meglio di sé per fare di questo mondo un mondo migliore”.

Vyacheslav Krupenkov, direttore generale di Gazprom Germania SL, ha segnalato che il progetto fa parte del programma generale sociale dell’impresa. Secondo Krupenkov, 308 giovani, bambini e bambine, parteciperanno al torneo nel 2015, insieme a 70 bambini diversamente abili. “Anche se non diventeranno degli sportivi famosi, si tratta di una grande opportunità per trasmettere loro lo spirito di competizione e cooperazione”.

Gazprom organizza il Forum per il terzo anno consecutivo: dalla prima edizione di Londra nel 2013 il numero dei partecipanti è cresciuto notevolmente. Per la prima volta quest’anno prenderanno parte al progetto anche giovani dalla Cina e dal Giappone. Gazprom ha sottolineato l’importanza della partecipazione dei paesi asiatici: “Nel 2015 il progetto ha superato il livello continentale, unendo Asia ed Europa. Siamo convinti che i rappresentanti di Cina, Kazakhstan e Giappone apporteranno un grosso contributo al programma, contribuendo a un maggior interscambio culturale tra i partecipanti”, ha concluso Krupenkov.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta