Il recupero del Re

Evgeny Plushenko (Foto: AlexeyFilippov / Ria Novosti)

Evgeny Plushenko (Foto: AlexeyFilippov / Ria Novosti)

Dopo gli infortuni e le operazioni, Evgeny Plushenko continua la sua lunga marcia verso la perfetta guarigione. E per adesso continua ad allenarsi ma non parteciperà alle gare previste all'inizio della prossima stagione

Il due volte campione olimpico nel pattinaggio di figura Evgeny Plushenko non parteciperà alle principali gare di inizio stagione 2014/2015, sebbene continuerà con gli allenamenti di recupero e con gli spettacoli. Questo è quanto ha dichiarato l'allenatore del due volte medaglia d’oro e due volte medaglia d’argento ai giochi olimpici, Alexey Mishin.

Plushenko parteciperà agli eventi di squadra: raduni e riscaldamenti. È possibile che possa partecipare ad alcune competizioni, ad esempio al Memorial Panin, ma non a quelle fondamentali, ossia al Grand Prix, al campionato russo, europeo e mondiale della prossima stagione. Mishin ha spiegato tale decisione con la necessità, da parte del pattinatore, di riprendersi dopo i numerosi incidenti dello scorso inverno, di modo che possa esibirsi al massimo della forma nella stagione 2015/2016. "Il compito principale di Plushenko per la prossima stagione è rimettersi in forma e accumulare le forze necessarie per le future esibizioni – ha aggiunto l’allenatore –. Tale strategia è stata adottata non solo da lui, ma anche Patrick Chan, Daisuke Takahashi e Mao Asada salteranno le competizioni del prossimo anno. Il nostro obiettivo è mangiare una torta grande domani, anziché una piccola oggi".

I problemi di salute per Plushenko sono iniziati nel 2013. Nel campionato europeo a Zagabria si infortunò durante l’esecuzione di un salto e uscì dalla gara. Ha dovuto affrontare un’operazione per la sostituzione del disco intervertebrale, dopo la quale è riuscito a riprendersi per il campionato russo e per le qualificazioni ai giochi olimpici di Sochi. Nonostante Plushenko avesse ceduto il posto a Maksim Kovtun, fu deciso comunque di includerlo nella squadra dopo la buona riuscita di una prova a porte chiuse. A Sochi Plushenko si è esibito nel programma breve e in quello libero nella gara a squadre, riuscendo a far vincere alla sua nazionale l’oro nella disciplina esordiente dell’Olimpiade. Dopo qualche giorno Evgeny avrebbe dovuto esibirsi nelle gare individuali, ma dopo il riscaldamento ha rinunciato alla competizione per infortunio. È risultato poi che gli si era rotta una delle viti nella schiena che reggono il disco artificiale.

A marzo di quest’anno il campione ha superato brillantemente l’operazione per eliminare gli elementi difettosi e ha deciso di riprendere ad allenarsi, sebbene subito dopo le Olimpiadi avesse annunciato di aver concluso la carriera e di voler esibirsi solo nelle tournée. A fine aprile Plushenko è ritornato sul ghiaccio riprendendosi ad allenare. Per giugno è riuscito a fare progressi: il pattinatore ha eseguito un triplo axel e si è esibito in alcuni spettacoli in Giappone. È stato candidato a rappresentare la squadra russa per la stagione 2014/2015, ma non sfrutterà tale occasione all’età di 31 anni. È invece prevista per lui una serie di spettacoli non solo in Giappone, ma anche in Cina, Taiwan e Romania.

Le due campionesse olimpiche Adelina Sotnikova e Yulia Lipnitskaya non intendono saltare la stagione. La medaglia d’oro femminile nel pattinaggio individuale sarà in Russia e Giappone, mentre la vincitrice nella gara a squadre si esibirà in Cina e Francia. Alena Leonova, che non ha preso parte all’Olimpiade, pattinerà in Canada e Giappone; Anna Pogorilaya, quarto posto all’ultimo campionato del mondo, si incontrerà con lei in America e insieme eseguiranno il loro programma davanti al pubblico di casa. Anche Elena Radionova (Stati Uniti e Francia), Elizaveta Tuktamysheva (Stati Uniti), Marina Artemeva (Francia) e Nikol Gosviani (Giappone) si batteranno per la finale del Grand Prix.

Vera Bazarova, reduce dalle Olimpiadi di Sochi, insieme al suo nuovo partner Andrei Deputat, si esibirà a Shangai e Osaka. Inoltre, altre quattro coppie rappresenteranno la Russia al Grand Prix: Evegnia Tarasova/Vladimir Morozov (Canada), Julia Antipova/ Nodari Maisuradze (Cina e Giappone), Vasilisa Davankova/Alexandr Enbert (Russia). Elena Ilinykh e Nikita Katsalapov, che una volta formavano la migliore coppia di danza, si incroceranno a Mosca nella tappa di casa. Per Nikita saranno le prime gare a questo livello con Viktoria Sinitsina, dopo le quali i due voleranno in Giappone; Elena, invece, prima della tappa russa si esibirà in Cina con Ruslan Zhiganshin. I campioni olimpici nella gara a squadre Ekaterina Bobrova e Dmitri Soloviev presenteranno i nuovi programmi al pubblico americano e francese. Ksenia Monko e Kirill Khaliavin saranno in Canada e Giappone. La terza coppia ad esibirsi sul ghiaccio moscovita sarà quella formata da Aleksandra Stepanova e Ivan Bukin.

Qui la versione originale dell'articolo

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta