Quanto costerà assistere ai Giochi di Sochi 2014?

Biglietti in vendita sul sito ufficiale dei XXII Giochi Olimpici invernali di Sochi 2014 (Foto: Photoshot / Vostock Photo)

Biglietti in vendita sul sito ufficiale dei XXII Giochi Olimpici invernali di Sochi 2014 (Foto: Photoshot / Vostock Photo)

Uno screening dei pacchetti in vendita online per coloro che desiderano assistere alle gare delle Olimpiadi invernali

La vendita di pacchetti di viaggio per i Giochi Olimpici è molto diffusa nella prassi internazionale. Il prezzo è determinato dalla tipologia delle gare. Di conseguenza, assistere alle partite di hockey a Sochi 2014, alloggiando in un albergo a tre stelle per quattro notti, costerà circa 14mila dollari per due persone (biglietti aerei esclusi).

Dash Tour, per esempio, proponeva viaggi per i Giochi di Vancouver a 22.100 dollari, ma tale cifra comprendeva anche  il biglietto d’aereo in partenza da tutte le città degli Stati Uniti o del Canada, più 18 notti in un albergo a quattro stelle. Da questo pacchetto erano, però, esclusi gli ingressi alle partite. Ai Giochi di Pechino, gli operatori locali hanno proposto biglietto aereo, alloggio in albergo (il numero di stelle dipendeva dalla categoria) e un ingresso al giorno alle gare per una spesa complessiva di 16mila dollari.

Un posto in tribuna

Due conti sul viaggio a Sochi
per i Giochi invernali: guarda
l'infografica

I cittadini russi potranno acquistare i posti a sedere sul sito ufficiale dei XXII Giochi Olimpici invernali (tickets.sochi2014.com). L’ingresso alla cerimonia di inaugurazione costerà tra i 200 e i 1.500 dollari. Assistere dal vivo alla cerimonia di chiusura dei Giochi sarà invece meno oneroso: si potranno spendere tra i 150 e i 1.200 dollari. Gli ingressi alle varie competizioni hanno prezzi variabili, a partire dai 16 dollari per il polo di montagna e dai 30 per il polo della costa. Le partite più costose alle quali si potrà assistere sono quelle di hockey: un posto per la finale costerà tra i 220 e i 1.070 dollari. Assistere al pattinaggio artistico (esibizioni) costerà tra i 150 e i 720 dollari. Gli organizzatori assicurano che il prezzo del 40 per cento dei biglietti è inferiore ai 100 dollari, mentre la metà dei posti costa almeno 160 dollari.

Per quanto riguarda gli stranieri sullo stesso sito è pubblicato l’elenco dei distributori ufficiali presenti in ogni Paese. Uno dei distributori internazionali, cosport.com, propone per esempio i biglietti per il polo di montagna a partire da 41 dollari e l’ingresso alle competizioni di biathlon a partire da 145 dollari. Tramite questo distributore, però, non è possibile acquistare biglietti per assistere alla cerimonia di inaugurazione, mentre quella di chiusura sarà acquistabile a 1.379 dollari.

Prassi internazionale:

Ai Giochi Olimpici di Londra del 2012 i biglietti costavano tra i 32 e i 3.120 dollari. Si poteva assistere gratuitamente a una parte delle prove in esterni, mentre un posto per la finale di calcio costava tra i 64 e i 296 dollari. Il 75 per cento dei posti a sedere costava meno di 60 dollari.

Ai Giochi invernali di Vancouver del 2010 i posti sono stati venduti a partire da 25 dollari, gli ingressi alla cerimonia di apertura sono costati tra i 175 e i 1.100 dollari, mentre quelli per la cerimonia di chiusura tra i 175 e i 775. Il prezzo della metà dei biglietti non superava i 100 dollari.

A Pechino, nel 2008, i posti più cari erano quelli per assistere alla cerimonia di inaugurazione (650 dollari) e di chiusura (390). L’ingresso alla maggior parte delle competizioni non superava i 20 dollari. Per i cittadini cinesi era prevista un’offerta speciale: soltanto un dollaro a testa.

Lo speciale su Sochi 2014

Alloggio

Il governo russo si impegna a  tenere sotto controllo il prezzo delle camere d’albergo per tutta la durata dei Giochi Olimpici invernali e ha già fissato una soglia massima con una circolare firmata dal primo ministro Dmitri Medvedev nel dicembre 2012. Come previsto da tale documento, il prezzo di una camera doppia in un albergo a una o due stelle a Sochi ufficialmente non potrà superare i 145 dollari; quello di una camera in un albergo a tre stelle i 180 dollari; in un albergo a quattro stelle i 204 dollari e in un albergo di lusso i 332 dollari.

Prassi internazionale:

Gli albergatori di Vancouver in media aumentarono i loro prezzi del 30-40 per cento durante i Giochi Olimpici invernali (il prezzo minimo per un alloggio partiva dai 300 dollari per le  prenotazioni fatte tardivamente). A Londra, prima dei Giochi, i prezzi degli alberghi erano triplicati. A Pechino i prezzi delle camere erano aumentati dalle quattro alle dieci volte. Nondimeno, in ogni caso, era sempre possibile trovare un alloggio a poco prezzo, per esempio negli Olympic Family Hotel, dove le camere costavano tra i 50 e gli 80 dollari a notte.

Biglietti d’aereo

Uno degli inconvenienti maggiori per gli appassionati che desiderano recarsi a Sochi è la mancanza di voli diretti per la capitale dei prossimi Giochi Olimpici invernali. Un volo diretto senza scali è possibile soltanto partendo dalle capitali dei Paesi membri della Cei (Iniziativa Centro Europea) o dalla Turchia. In tutti gli altri casi, infatti, è indispensabile prendere un altro volo a Mosca o a San Pietroburgo.

È possibile raggiungere Sochi partendo da Mosca con voli di compagnie locali (S7 e Aeroflot). Secondo il sito di prenotazioni skyscanner.com, i prezzi dei biglietti per il mese di febbraio 2014 non sono ancora aumentati. La sola andata costa tra i 130 e i 180 dollari circa. Il treno può essere un’alternativa valida, ma se siete abituati alle comodità questa opzione meno cara (80 dollari a tratta) non fa per voi. Un livello accettabile di servizio in cabina costa 160 dollari e un biglietto per un posto in cabina di prima classe può arrivare a 330 dollari. Questi prezzi si applicano alle partenze previste prossimamente. È difficile sapere con precisione quando le ferrovie russe decideranno di aumentare i prezzi nell’imminenza dell’evento: i biglietti sono disponibili per l’acquisto con un anticipo massimo di 45 giorni.

In ogni caso, il governo russo si impegna a proibire l’aumento dei prezzi. A proporlo è stato il sindaco della città di Sochi, Anatoly Pakhomov, appoggiato dal vice primo ministro russo Dmitri Kozak. Egli ha garantito che il governo cercherà i mezzi legali per regolamentare i prezzi durante i Giochi Olimpici invernali.

Prassi internazionale:

L’esperienza dimostra che i voli verso le città che ospiteranno i Giochi Olimpici aumenteranno di prezzo da 1,5 a 2 volte, a seconda del momento della prenotazione.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta