F1, la Sauber trova soci in Russia

La scuderia svizzera ha annunciato la conclusione delle trattative con tre diverse aziende della Federazione che sponsorizzano la candidatura di Sergei Sirotkin a pilota

Già a partire dal 2014 la Sauber potrebbe iniziare a collaborare con tre diverse organizzazioni russe: il Fondo Internazionale per gli investimenti e la collaborazione (Investment Cooperation International Fund), il Fondo Statale per lo sviluppo del distretto nord-occidentale della Federazione Russa e l'Istituto Nazionale di Tecnologia aeronautica.

Gli accordi prevedono la progettazione di un sistema multi-funzionale per preparare il diciassettenne pilota russo Sergei Sirotkin (che diventerà maggiorenne il 27 agosto 2013) a gareggiare in Formula 1. Il giovane pilota corre attualmente nelle World Series by Renault, le stesse da cui arriva il campione di Formula 1 Sebastian Vettel.

Il progetto prevede tra l'altro l'organizzazione di un nuovo circuito di Formula 1 a Sochi per il 2014 e si concentrerà sulla ricerca di nuovi talenti dello sport automobilistico tra i giovani russi. In particolare dovrebbe essere elaborato un programma per l'addestramento e la preparazione  del corridore russo Sergei Sirotkin come pilota di punta della scuderia svizzera entro il 2014. Il padre di Sirotkin è appunto il direttore dell'Istituto di Tecnologia aeronautica coinvolto nell'affare.

Grazie al progetto, potranno essere messe a frutto le innovazioni tecnologiche russe applicate all'automobilismo. In una prospettiva a lungo termine, inoltre, la Sauber passerebbe a un livello concorrenziale molto superiore. Gli ulteriori dettagli della collaborazione verranno resi noti in futuro.

Il Fondo Internazionale per gli investimenti e la collaborazione è stato istituito col patronato dell'Amministrazione del Presidente, della Camera di Commercio federale e del Ministero dello Sviluppo regionale della Federazione Russa.

L'attività del Fondo Internazionale è volta al rinnovamento tecnico e  tecnologico dell'industria, a portare gli investimenti russi e stranieri in tutte le regioni del Paese, allo sviluppo e modernizzazione delle imprese industriali e agricole.

Il Fondo Statale per lo sviluppo del Nord-Ovest è invece un'organizzazione no profit, creata con lo scopo di finanziare progetti ed eventi finalizzati alla creazione del clima ottimale per la rinascita del patrimonio culturale, scientifico ed economico del distretto nord-occidentale della Federazione Russa.

L'Istituto Nazionale di Tecnologia aeronautica è uno dei maggiori istituti scientifici della Russia, con circa mille dipendenti. L'ente fornisce un enorme contributo allo sviluppo delle tecnologie e dell'industria aeronautica.

Per quanto riguarda Sirotkin, infine, si tratta sicuramente della migliore promessa dell'automobilismo russo. La sua carriera intrapresa a 13 anni, in meno di cinque anni ha avuto un percorso più che brillante. Quest'anno Sergej sta partecipando con successo alle World Series by Renault dove occupa al momento attuale l'ottavo posto nella classifica generale. 

Ricordiamo che il primo pilota russo di Formula 1 è Vitaly Petrov. Dopo due stagioni passate alla Lotus Renault e una con la Caterham, Petrov non è riuscito a trovare una scuderia  per la stagione attuale anche se ha più volte dichiarato di voler tornare in Formula 1 già a partire dal prossimo anno.

Con la Sauber hanno preso il via le carriere di piloti come Kimi Raikkonen e Felipe Massa. I piloti di punta della scuderia svizzera sono adesso Nico Hülkenberg e il messicano Esteban Gutierrez.

Anche la Russia ha una propria scuderia in Formula 1, il team Marussia. Nell'ultima tappa del campionato in Germania il pilota del team russo Max Chilton è arrivato diciannovesimo. Il suo compagno Jules Bianchi invece non è riuscito ad arrivare al traguardo. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta