Inessa Merkulova e i segreti dell'equitazione

La campionessa russa Inessa Merkulova (Foto: Yulia Majorova / RG)

La campionessa russa Inessa Merkulova (Foto: Yulia Majorova / RG)

Intervista all'atleta e allenatrice, a conclusione del campionato russo di dressage a squadre che si è svolto a Mosca

Non lontano da Mosca, presso il circolo di equitazione “Russkij Almaz” si è concluso il campionato russo di dressage a squadre.

Carta d'identità

Nata il 9 novembre 1964 a Rostov sul Don. Ha iniziato a fare equitazione a 11 anni nella sua città. Ha gareggiato per la prima volta a 27 anni. Più volte campionessa russa, vincitrice della Coppa della Federazione dell'Europa centrale, due volte finalista ai Campionati mondiali.

Ambizioni sportive: vittoria della squadra russa alle Olimpiadi. Primo allenatore della squadra russa di dressage a partire dal marzo 2012

Come diventare campioni olimpici se si è saliti su un cavallo per la prima volta a 25 anni, e quali sono le prospettive olimpiche della squadra di dressage russa: a queste e ad altre domande sullo stato degli sport equestri in Russia ha risposto l'allenatrice della squadra russa Inessa Merkulova, reduce dal campionato nazionale.

Nel marzo 2012 lei è diventata primo allenatore della squadra russa di dressage, tuttavia i russi non sono riusciti a partecipare alle gare di questa disciplina alle Olimpiadi di Londra. Perché? In che condizioni si trova lo sport equestre in Russia dopo la fine dell'Urss?

Al campionato europeo del 2011 la squadra russa non è riuscita a ottenere la licenza per partecipare alle Olimpiadi, e per cercare di ottenere le licenze individuali non avevamo abbastanza tempo. Le ammissioni alle Olimpiadi sono state chiuse il 1° marzo 2012: non ho avuto la possibilità di cambiare la situazione che si era venuta a creare.

Una volta esistevano i Centri Sportivi per bambini e ragazzi, ora ne restano sempre meno. Quali sono i passi da fare per praticare l'equitazione a livello professionale?

Gli sport equestri sono molto costosi. Ogni cavaliere deve assumersi la responsabilità di offrire al proprio partner sportivo condizioni di vita ottimali. Per arrivare a buoni risultati sportivi servono molta volontà e dedizione. Ma per poter coltivare le capacità del cavaliere è necessario prima di tutto acquistare un cavallo e imparare a cavalcarlo presso i migliori insegnanti.

E una volta realizzate tutte queste condizioni, si può ambire al podio olimpico anche se si è iniziato ad andare a cavallo a 25 anni?

È sicuramente possibile, anche iniziando a 25 anni. Nel nostro sport non ci sono limiti di età. Il campione olimpico tedesco Josef Neckermann ha vinto una medaglia olimpica a 63 anni. Ma non tutti sono proprietari dei cavalli che fanno dressage. Ci sono persone che acquistano un cavallo e lo affidano a uno sportivo per poi seguire i successi agonistici del proprio animale, per gioire delle sue vittorie.

Significa che anch'io potrei diventare campione di dressage? Che cosa dovrei fare se avessi una simile ambizione?

Per arrivare ai Giochi olimpici bisogna fare molta strada. Per prima cosa bisogna imparare ad andare a cavallo. Per fare questo bisogna trovare un maneggio sportivo e prendere lezioni di equitazione. Questa prima fase di addestramento propedeutico richiede circa 5 anni.

Quanto costa un cavallo su cui iniziare ad allenarsi?

Dai 15 ai 50mila euro. Dipende se volete raggiungere buoni risultati nel dressage in breve tempo oppure  siete pronti ad accettare il fatto che il vostro cavallo abbia delle possibilità limitate. Non perchè venga addestrato male, è solo che non ha le caratteristiche fisiche per vincere anche solo una gara di livello elementare. Quindici-50mila euro è il prezzo di un cavallo abbastanza economico e dopo che vi siete allenati con un animale simile per due o tre anni, allora potete iniziare a pensare di acquistare un cavallo più professionale col quale dovrete prepararvi per altri cinque anni a livello di competizioni internazionali.

E quale sarebbe il prezzo di questo secondo cavallo?

Il prezzo dei cavalli è imprevedibile... Cinque persone diverse potrebbero dire: questo cavallo non fa per me. Per qualcun altro invece è l'animale che ha sognato per tutta la vita ed è pronto a pagare qualsiasi somma! Un cavallo in grado di partecipare a delle gare internazionali ha un costo che si aggira attorno ai 100-150mila euro. Un cavallo con un valore simile avrà un preparazione migliore e una qualità dei movimenti migliore rispetto a quella di un cavallo sul quale imparare a stare in sella. Maggiore è la qualità dei movimenti e il livello di preparazione dell'animale, maggiore sarà il suo costo.

Nella storia dell'equitazione esistono esempi in cui la strada verso l'Olimpo si è rivelata più breve in sella a un cavallo economico?

Ci sono molti esempi del genere. Alle Olimpiadi di Pechino del 2008 il cavallo Balagur si è piazzato al sesto posto. Ed era un cavallo che proveniva dal corpo di polizia di Nizhnyj Novgorod, acquistato per il dressage al prezzo di 5-10mila euro. Fino alle Olimpiadi di Pechino. Il destino di Balagur ha avuto una svolta grazie ai saggi consigli della nostra campionessa olimpionica Elena Petushkova, che oggi purtroppo non c'è più. Elena è riuscita a convincere il famoso addestratore tedesco George Theodorescu a permettere alla nostra atleta Aleksandra Korelova di allenarsi per le gare internazionali insieme a Balagur in Germania. A proposito, si può comprare anche subito un cavallo danese per 4 milioni di euro, che si comporterebbe benissimo alle Olimpiadi: è un cavallo che ha già avuto ottimi risultati. Ma neanche un cavallo da 11 milioni di euro può garantire la vittoria alle Olimpiadi. Anche se spendeste un patrimonio, resta il fatto che per imparare a cavalcare ci vogliono decine e decine di anni. Io sto studiando da quarant'anni... Il famoso allenatore Raymond Vitagis, che sta in sella fin da quando era un bambino, una volta mi ha detto: A 72 anni ho capito che adesso finalmente sono in grado di addestrare un cavallo. In teoria per un cavallo servono circa 5-7 anni di addestramento, per il cavaliere 15-20.

Quanto è intelligente un cavallo?

È comunque meno intelligente di un essere umano. Però i cavalli sono più buoni e, a differenza delle persone, sono sempre disposti a collaborare. I cavalli sono animali incredibilmente buoni. Pensate solo a quanta forza c'è in un animale di 600 chili. Gli ci vorrebbero 5 secondi per uccidere un uomo. Un colpo di zoccolo è sufficiente. Ma il cavallo non è cosciente della propria forza. Posso dire con certezza che i cavalli sono più intelligenti dei cani, perchè anch'io ho dei cani. Ma un cane non riuscirà mai a ricordare tutti i comandi che può imparare un cavallo. Il non plus ultra del dressage è quando il cavallo riesce a prevedere quale comando sta per dargli il cavaliere. Il cavallo stima molto l'intelletto del proprio cavaliere. Quando sei in sella, devi pensare sia per te stesso che per il cavallo, se no non ci sarà mai piena sintonia. Infatti, dico sempre ai miei allievi che chi non ha ottimi risultati anche nello studio a scuola o all'università, non riuscirà a dirigere bene un cavallo.

I Giochi di Rio de Janeiro potrebbero essere i primi, ma anche gli ultimi a cui Lei partecipa in qualità di atleta.

A Rio de Janeiro compirò 51 anni. Ma ci sono molti esempi di ottime performance di atleti di 70 anni. Forse parteciperò come atleta anche alle Olimpiadi del 2020. Ma il mio scopo principale adesso, come allenatore della squadra di dressage russa, è quello di preparare la squadra ai giochi di Rio de Janeiro. Ho elaborato un apposito programma. Al momento attuale sto scegliendo i cavalieri migliori, li aiuto a partecipare alle gare, a trovare gli sponsor. Non è semplice. Tempo fa nella classifica dei migliori cento cavalieri non c'era neanche un rappresentante della Russia. Adesso invece abbiamo Elena Sidneva nella classifica della Federazione Internazionale di Equitazione. Ormai sono vent'anni che vive in Austria, ma continua a gareggiare per la Russia.

Quanto costa al mese il mantenimento di un cavallo da dressage?

Più o meno 50mila rubli (1.300 euro). Se si tratta di un cavallo da agonismo ad alti livelli, può costare fino a 100mila rubli. Per fare un esempio: ogni mese e mezzo bisogna fare ferrare il cavallo, che costa 250 euro, una sella di buona qualità costa almeno cinquemila euro. Un cavallo olimpico ha bisogno di massaggi, di cibi appositi. Un buon trailer per trasportare i cavalli sul luogo della gara, con aria condizionata e tutto il resto, costa circa 500mila rubli. Il Ministero dello Sport ha appena acquistato per la Federazione Sport Equestri russa un trailer di questo tipo.

Per leggere l'intervista in versione integrale cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta