Formula 1, la pista di Mosca

Il team anglo-russo di Formula 1 Marussia  (Foto: Itar-Tass)

Il team anglo-russo di Formula 1 Marussia (Foto: Itar-Tass)

Il nuovo complesso Aeropolis, con una superficie di 80 ettari, sorgerà, entro il 2016, nella parte Sud-orientale della capitale, vicino all’aeroporto Vnukovo

Mosca non rinuncia ai piani di ospitare sul proprio territorio una delle tappe della Formula 1. Già entro il 2016, nei territori circostanti la capitale, potrebbe comparire un circuito automobilistico in linea con i requisiti del celebre campionato. Questo è quanto riportato da Ria Novosti, che cita le parole di Vladimir Zhidkin, responsabile del Dipartimento per lo sviluppo dei nuovi territori della città di Mosca.

Foto: AP
Moscow City Racing 2012
guarda il video

Il luogo in cui sorgerà la nuova pista si trova a Sud-Ovest della capitale, nella cosiddetta “Nuova Mosca”, vicino all’aeroporto Vnukovo. Su una superficie di 80 ettari, verrà eretto il complesso “Aeropolis”, che, oltre a sale espositive, negozi, uffici, vanterà anche un circuito automobilistico.

“Sulla nuova pista verranno disputate le gare della Formula 1. Per il resto del tempo, il circuito potrà essere utilizzato dagli automobilisti per lo svolgimento di altre competizioni motoristiche”, si augura Vladimir Zhidkin, che non ha voluto rivelare altri dettagli sul progetto.

Già in precedenza, la capitale russa aveva più volte annunciato il desiderio di costruire sui propri territori un tracciato per le gare di F1. Nel 2000 venne annunciata la costruzione di un autodromo nelle vicinanze del parco Nagatinskaya Poyma, nel distretto meridionale di Mosca. La scelta dell’ubicazione venne poi spostata a Nord della capitale, nelle vicinanze dell’aeroporto Sheremetevo. Alla fine, però, nessuno dei due progetti vide la luce.

Nel 2014, la Russia ospiterà una delle tappe del campionato di F1: il Gran Premio di Russia. L’accordo è stato firmato nel 2010 tra Vladimir Putin e Bernie Ecclestone, patron della Formula 1. Il tracciato del Gran Premio è in fase di costruzione all'interno del Parco Olimpico di Sochi.

La superficie totale del circuito è di 36 ettari, mentre l’area riservata agli edifici è di 104.500 metri quadrati. La pista sarà costituita da due tracciati: uno più grande, della lunghezza di 5.854 metri, e uno più piccolo di 2.312 metri. La tribuna principale sarà in grado di ospitare 13.631 spettatori, mentre quelle temporanee 29.160.

Le società responsabili dei lavori di costruzione sono tre: Tsentr Omega e Formula Sochi, al 100 per cento di proprietà dell’amministrazione della Regione di Krasnodar, e la Federazione automobilistica russa (Raf). Secondo quanto dichiarato dal vicegovernatore della Regione di Krasnodar, Nikolai Buturlakin, le opere di costruzione avranno un costo totale di 7,9 miliardi di rubli. Il progetto è finanziato dai bilanci federali e regionali. I lavori di costruzione della pista sono già stati completati per il 50 per cento.

Un’altra pista, che aspira a ospitare le gare della Formula 1, è già in funzione nella Podmoskove. Si tratta del Moscow Raceway, un circuito situato nel Volokolamsky rayon. Nel 2012 l’autodromo ha annunciato di aver firmato un contratto di tre anni per lo svolgimento del DTM (Deutsche Tourenwagen Masters), una serie automobilistica per vetture turismo organizzata in Germania ma con gare disputate in tutta Europa. Su questo tracciato, si è disputata la prima tappa russa della World Series by Renault della storia. Il Moscow Raceway ha firmato inoltre un contratto della durata di cinque anni con uno dei più prestigiosi campionati per motociclette: il World Superbike Championship.

 

Il Moscow Raceway è l’unico tracciato della Russia ad aver ricevuto l'omologazione “1T” dalla Federazione Internazionale dell’Automobile (FIA), che autorizza l’organizzazione di Gran Premi, tra cui anche la Formula 1, una volta completata la costruzione delle tribune e del centro riservato ai media; e l’omologazione “B” dalla Federazione Internazionale Motociclismo (FIM), che consente l’organizzazione di tutti i campionati di motociclismo escluso il MotoGP. Proprietaria della pista è la società “Strategiya”, che tra i suoi beneficiari vanta Rustem Teregulov, co-proprietario della banca “Razvitie-stolitsa”. In totale, nel progetto sono stati investiti 5 miliardi di rubli.

Per leggere l’articolo in versione originale cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond