Roland Garros, speranze riposte nella Sharapova

Maria Sharapova (a destra) e Serena Williams nella finale del Madrid Masters a Madrid, il 12 maggio 2013. La siberiana fu sconfitta dall'americana 6-1, 6-4 (Foto: AFP Photo/Javier Soriano)

Maria Sharapova (a destra) e Serena Williams nella finale del Madrid Masters a Madrid, il 12 maggio 2013. La siberiana fu sconfitta dall'americana 6-1, 6-4 (Foto: AFP Photo/Javier Soriano)

La sfida nelle sfide all'Open di Parigi sarà rappresentato dal match tra la tennista siberiana e la rivale di sempre, l'americana Serena Williams

Nel secondo torneo del Grande Slam della stagione, il Roland Garros di Parigi, partito il 26 maggio 2013, Maria Sharapova, attuale detentrice del titolo Open di Francia, è considerata la principale rivale di Serena Williams, che è stata a dir poco invincibile in questa primavera

Maria Sharapova, la cui ascesa iniziò sull'erba di Wimbledon, ha un'antipatia per l'argilla (e in particolare la terra battuta del Roland Garros), a tal punto che una volta aveva affermato di sentirsi su quei campi come "mucca sul ghiaccio". Ora sembra come a casa sulla terra come su qualsiasi altra superficie. Cinque dei suoi sei titoli nei tornei più recenti sono, infatti, arrivati dallla terra rossa, compreso il titolo conquistato a Parigi lo scorso anno. Nonostante ciò, la Sharapova non è la favorita. Né la bielorussa Victoria Azarenko né qualsiasi altra eccezionale atleta della Wta può metterla in ombra. Ma ci sarà Serena Williams in gara al Roland Garros.

Il tennis femminile può essere meglio definito come "Williams contro il resto del mondo", e la prima rappresentante del resto del mondo, allo stato attuale, è probabilmente la Sharapova. In termini di coerenza e di successi, almeno in questa stagione (ha conquistato il podio a Indian Wells e Stoccarda).

Niente di strano nel fatto che le quote dei bookmakers danno campionessa Serena Williams. Serena è arrivata al Roland Garros con una valigia molto pesante: 24 vittorie consecutive e quattro vittorie consecutive nei tornei.Tre volte nel 2013, a Doha, Miami e Madrid, ha battuto la Sharapova in finale, portando il punteggio delle sfide personali a 13 vittorie contro le due della russa.

Per leggere l'articolo in versione originale cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta