È russa la donna più anziana del mondo

 Il documento d’identità di Tanzilya Bisembeeva, nata il 14 marzo del 1896.

Il documento d’identità di Tanzilya Bisembeeva, nata il 14 marzo del 1896.

: Elena Melikhova / RG
Vive nella regione di Astrakhan e a 120 anni è ancora autosufficiente. Il segreto di tanta longevità? Abitudini sane e un atteggiamento positivo nei confronti della vita

Tanzilya Bisembeeva è nata nel XIX secolo, nel 1896. Ha vissuto la Russia zarista, la Rivoluzione, la Seconda guerra mondiale, il cambio di regimi e di leader, la caduta dell’Urss, la svalutazione del rublo e diverse crisi. Oggi ha 120 anni. E a Islamgaza, il piccolo villaggio dove ha trascorso tutta una vita, nella regione di Astrakhan, è diventata ormai una star. Il 14 marzo 2016 ha compiuto 120 anni. E con questo record di longevità è stata dichiarata la persona più anziana del Pianeta.

Oggi Tanzilya ha tre figli, dieci nipoti, 24 bisnipoti e 2 bis-bisnipoti.

“Mia madre ha visto molte cose nella sua vita - racconta uno dei figli dell’anziana signora, Shintas Bisembeyev -. Ha vissuto dall’epoca di Rasputin fino a quella di Putin. E ha trascorso tutta la sua esistenza lavorando”.

Tanzilya si sposò per la prima volta prima della guerra. Ma la sorte per lei, così come per moltissime altre famiglie russe, non fu per niente clemente: suo marito venne chiamato al fronte. E non fece più ritorno. 

Al termine della guerra lei aveva 49 anni. Non aveva famiglia, né figli. Ma, senza saperlo, gli anni migliori dovevano ancora arrivare. Poco tempo dopo un anziano signore kazako la portò all’altare e a 53 anni Tanzilya mise al mondo il primo figlio. L’anno successivo nacque il secondo bambino, e la terza nascita avvenne quando lei aveva ormai 57 anni. 

Da sempre conduce uno stile di vita molto sano: così come raccontano i suoi familiari, è sempre stata una donna attiva, non fuma e mangia solamente prodotti naturali. Non c’è da sorprendersi quindi che l’anziana Tanzilya non abbia mai dovuto ricorrere all’aiuto di un medico fino ai cento anni! La vista iniziò a darle problemi solamente quando tagliò il traguardo del secolo di vita. 

Oggi la signora ormai non esce più, ma continua a essere autosufficiente e trascorre le sue giornate in casa. 

I suoi figli, ormai in pensione, continuano a stare vicino all’anziana madre. E alla domanda su quale sia il segreto di così tanta longevità, rispondono: “È una donna molto buona e ha sempre avuto un atteggiamento molto positivo nei confronti della vita. Vede unicamente il lato buono delle persone”.

Fino ad ora il record ufficiale registrato nel libro del Guinness dei Primati apparteneva a Susannah Mushatt Jones, nata nel 1899 negli Stati Uniti. Aveva 116 anni ed era più giovane di Tanzilya Bisembeeva. Susannah però è morta da poco, passando così ufficialmente il primato di longevità all'italiana Emma Morano, piemontese, anche lei di 116, decana d'Italia e d'Europa.

Per leggere la versione originale dell'articolo cliccare qui

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Leggi di più