Strage in metro a San Pietroburgo, individuato il presunto responsabile

Forze dell’ordine sorvegliano l’ingresso della stazione “Sennaya Ploshchad” della metro di San Pietroburgo.

Forze dell’ordine sorvegliano l’ingresso della stazione “Sennaya Ploshchad” della metro di San Pietroburgo.

: ZUMA Press/Global Look Press
Si tratterebbe di un ragazzo di 22 anni. Ritrovate tracce genetiche sulla borsa che nascondeva l'ordigno inesploso

Il comitato investigativo russo ha fatto il nome dell’uomo che sarebbe il presunto responsabile della strage di ieri nella metro di San Pietroburgo. Si tratterebbe di Akbarzhon Dzhalilov, classe 1995, con molta probabilità originario del Khirgizistan (altre fonti indicano una diversa provenienza). Lo ha riferito la rappresentante del comitato investigativo Svetlana Petrenko, così come scrive l’agenzia Tass.

Sulla borsa che nascondeva l’ordigno inesploso nella stazione “Ploshchad Vosstaniya” sarebbero infatti state trovate tracce genetiche dello stesso Dzhalilov. E dalle riprese delle telecamere di sicurezza si evincerebbe che la borsa sarebbe stata lasciata dallo stesso uomo presumibilmente responsabile dell’esplosione nel vagone. 

L'attacco terroristico è avvenuto nel primo pomeriggio del 3 aprile nella metro di San Pietroburgo. Nella strage sono morte 14 persone e una cinquantina sono rimaste ferite. 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale