Aereo militare russo precipita nel Mar Nero con oltre 90 persone a bordo

L’aereo Tu-154 precipitato nel Mar Nero.

L’aereo Tu-154 precipitato nel Mar Nero.

: Wikipedia
Il Tupolev Tu-154 era diretto in Siria. A bordo, anche il coro dell’Armata rossa. Si pensa a un’avaria o a un errore del pilota

Un aereo del Ministero russo della Difesa con 91 persone a bordo è precipitato nel Mar Nero. È successo questa mattina. Il velivolo era diretto in Siria e non ci sono sopravvissuti.

Al momento le informazioni in merito ai passeggeri sono ancora divergenti, ma si sa che a bordo c’erano almeno 68 musicisti del Coro dell’Armata rossa, nove giornalisti e otto membri dell’equipaggio. Nessuno è sopravvissuto e i soccorritori hanno appena recuperato il primo corpo. 

I soccorsi sulla costa non lontano dal luogo della tragedia. Fonte: Nina Zotina/RIA NovostiI soccorsi sulla costa non lontano dal luogo della tragedia. Fonte: Nina Zotina/RIA Novosti

Secondo il capo della Commissione Difesa del Senato russo Viktor Ozerov, tra i motivi della tragedia ci potrebbero essere il guasto tecnico o un errore del pilota. “Escludo la pista dell’attentato - ha detto -. Si tratta di un aereo del Ministero della Difesa che volava nello spazio aereo della Russia. L’ipotesi dell’attentato è impossibile”.

Secondo la stampa russa, l’aereo è precipitato al momento del decollo, ma l’equipaggio non ha inviato alcun segnale di sos. I rottami dell’aereo sono stati ritrovati a un chilometro e mezzo di distanza dalla costa di Sochi (a circa 1.600 chilometri a sud di Mosca).

Navi di salvataggio nella zona della tragedia. Fonte: EPANavi di salvataggio nella zona della tragedia. Fonte: EPA

Sul posto sono arrivati gli esperti del ministero russo delle Situazioni di Emergenza e del Comitato investigativo. Hanno raccolto la documentazione e stanno interrogando il personale. 

Le reazioni del Cremlino

Secondo il portavoce del Presidente russo, Dmitrij Peskov, il capo del Cremlino è già stato informato della tragedia. 

Una donna osserva le operazioni dalla costa del Mar Nero. Fonte: Nina Zotina/Ria NovostiUna donna osserva le operazioni dalla costa del Mar Nero. Fonte: Nina Zotina/Ria Novosti

“Il Presidente è stato avvisato fin dal momento in cui l’aereo è sparito dai radar - ha spiegato -. Ora sul posto stanno lavorando gli uomini del Ministero della Difesa, visto che l’aereo, come si sa, è di proprietà del Ministero. Di minuto in minuto riceviamo nuovi aggiornamenti. Al momento tuttavia è presto per rilasciare ulteriori dichiarazioni. Il Presidente attende maggiori chiarimenti”.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta