Auto, in Russia il futuro è elettrico

Entro il 2018 è prevista su tutto il territorio russo l’apertura di mille nuove stazioni di ricarica per auto elettriche.

Entro il 2018 è prevista su tutto il territorio russo l’apertura di mille nuove stazioni di ricarica per auto elettriche.

: Sergej Shakhidzhanyan/TASS
In una remota provincia degli Urali si sta lavorando alla costruzione di una colonnina per la ricarica: la prima di tutta la zona. Ed entro il 2020 nel Paese faranno la loro comparsa circa 200mila nuovi veicoli a emissioni zero

Nell’intera Perm, una città di un milione di abitanti a 1.100 km da Mosca, c’è solo una persona che può vantare di possedere una Tesla, l’auto elettrica prodotta negli Stati Uniti. Lui si chiama Aleksandr Shavrin. E ha acquistato la nuova macchina negli Usa nonostante né a Perm né nel resto della provincia esistesse una stazione di rifornimento per auto elettriche. Così Shavrin era costretto a ricaricare la propria Tesla solo a casa e al lavoro.

Il problema maggiore però si poneva nel percorrere lunghe distanze: andando da Ekaterinburg a Mosca, per esempio, l’auto si è scaricata pochi chilometri dopo l’inizio del viaggio. Ma ora, a quanto pare, la situazione sta cambiando.

Un aiuto dai fornitori elettrici russi

Come ha riferito all’emittente televisiva Etv di Ekaterinburg, Natalya Baldova, portavoce della Compagnia interregionale degli Urali produttrice e fornitrice di energia elettrica (Mrsk), i fornitori installeranno una colonnina di ricarica nel distretto di Achit lungo la strada di Mosca (si chiama così la provinciale che porta da Perm a Ekaterinburg) solo per Shavrin. Questo “regalo” costerà alla compagnia circa 300mila rubli (4.694 dollari). A produrre queste stazioni di ricarica per veicoli elettrici è la società russa “Fora”.  

“Era già previsto di potenziare queste stazioni in tutto il territorio, solo che finora non si era manifestata l’esigenza”, ha spiegato Shavrin nel portale cittadino Properm.ru. Gli Urali non è infatti una di quelle regioni nel mondo in cui proliferano le auto elettriche: nella regione di Sverdlovsk esiste attualmente solo una stazione di ricarica, mentre in quella di Perm non ce n’è nemmeno una.

Il futuro è nell’energia elettrica

Ciò nonostante, l’installazione di una stazione di ricarica per veicoli elettrici tra le due città degli Urali è un passo importante, non solo come gesto di cortesia nei confronti del proprietario della Tesla. Come rilevano i rappresentanti del gestore russo di reti elettriche “Rosseti”, entro il 2020 faranno la loro comparsa in Russia circa 200mila veicoli elettrici e nel Paese già si pensa alla creazione delle infrastrutture necessarie. Entro il 2018 è prevista su tutto il territorio russo l’apertura di 1.000 stazioni di ricarica.  

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta