Maturità, i consigli degli studenti russi per superare gli esami

Studenti durante una prova d'esame.

Studenti durante una prova d'esame.

: Ufficio stampa dell'Università Federale Siberiana
Tra rituali e scaramanzia, ecco i suggerimenti che qualsiasi studente russo darebbe ai ragazzi italiani che in questi giorni stanno affrontando le temute prove

I consigli sono sempre gli stessi: no a cibi ipercalorici e ripassi folli; sì a passeggiate rilassanti e a una buona dormita. La notte prima degli esami è ormai arrivata. E in tutta Italia oltre mezzo milione di studenti oggi si sono seduti sui banchi di scuola per affrontare la prima prova della maturità. 

E mentre esperti e psicologi sfornano suggerimenti per evitare uno stress eccessivo e blocchi di memoria, dalla Russia alcuni studenti svelano ai ragazzi italiani i propri consigli per affrontare al meglio gli esami... con un pizzico di ironia e scaramanzia.

L’urlo fuori dalla finestra

La notte prima degli esami, sventolando il libretto dove sono segnati i voti, affacciatevi da una finestra e urlate “Khalyava, lovis’!”: un’espressione di buon auspicio che letteralmente significa “Andare a scrocco” e indica la possibilità di ottenere il massimo dei risultati, senza troppi sforzi. È indispensabile gridare agitando con forza il libretto aperto. Una volta terminata tutta l’aria nei polmoni, è necessario chiudere il libretto e non mostrarlo più a nessuno fino alla fine degli esami. Non si esclude qualche reazione (più o meno cortese) da parte dei vicini di casa, che potrebbero rispondere con ironia al vostro in bocca al lupo oppure rimproverarvi per averli fatti saltare sulla sedia con il vostro grido.

Non toccate i capelli

Prima degli esami non bisogna tagliarsi i capelli né lavarli. Si crede infatti che in questo modo si potrebbero “perdere” tutte le informazioni e le nozioni accumulate in tante notti insonni trascorse sui libri. Alle prove, poi, è meglio presentarsi sempre con gli stessi vestiti: lavare un “abito fortunato”, con il quale avete superato con successo la prima prova, potrebbe essere controproducente e farvi perdere la carica di fortuna accumulata. 

La moneta sotto la scarpa

Il voto più alto che si può conseguire in Russia durante una verifica è 5: per questo ogni studente si reca agli esami infilandosi una monetina da 5 rubli nella scarpa, sotto il tallone. Al posto della moneta sono ammessi anche altri amuleti più personali. 

L’aiuto di amici e familiari 

Prima di uscire di casa per andare a fare un esame, chiedete ai vostri familiari di “rimproverarvi” e di parlar male di voi: in Russia si crede infatti che, se qualcuno parla male alle vostre spalle e vi accusa di pigrizia e svogliatezza, si avvererà l’esatto contrario, trasformandovi come per magia in un perfetto secchione. 

I libri sotto il cuscino

Non rischiate che tutta la sapienza accumulata “voli via” la notte prima degli esami: assicuratevi di conservarla bene sistemando i vostri libri (rigorosamente aperti!) sotto al cuscino. In questo modo, ritengono gli studenti russi più scaramantici, le informazioni si fisseranno bene nella vostra testa. Avvertenze: fate attenzione con la prova di letteratura! Addormentarsi con la testa sopra agli enormi tomi della Divina Commedia potrebbe rivelarsi alquanto scomodo e potreste arrivare all’esame più stanchi di prima. 

Toccate i secchioni 

Se tra i vostri amici c’è qualche secchione che ha passato con buoni voti gli esami, non perdete l’occasione di prenderlo per mano e toccarlo: potrebbe trasmettervi un po’ della sua buona sorte! Molti studenti russi poi non perdono l’occasione per toccare il naso o la zampa del cane in bronzo che si trova nella fermata metropolitana Piazza della Rivoluzione, a Mosca: dicono che sia un vero e proprio portafortuna per superare gli esami. 

Continua a leggere: 

Un Nobel italiano a Vladivostok per salvare il clima

Cinque facili modi per imparare il russo

Come conquistare il cuore di una russa

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta