Moda: la modella cecena sotto il velo D&G

Instagram
Per promuovere la nuova collezione rivolta alle donne musulmane, gli stilisti Dolce e Gabbana hanno utilizzato il volto di una ragazza cecena, Ilona Bisultanova. Diventata in pochi semplici click una star di Instagram. Fra critiche e consensi

Ilona Bisultanova, la modella cecena che ha prestato il volto alla nuova collezione di D&G. Fonte: @stefanogabbana/ Instagram

Dolce e Gabbana si rivolgono alle donne musulmane. E per promuovere sui social la loro ultima collezione, “Abaya collection”, composta da veli e lunghe vesti, colori neutri e hijab, hanno utilizzato il volto di una giovane cecena. Si tratta di Ilona Bisultanova, 17 anni, originaria della Repubblica Cecena, che con pochi semplici click è diventata una vera e propria star della Rete. Tra plausi e polemiche. Critiche e invettive.

Nel febbraio 2016 lo stilista Stefano Dolce ha infatti postato sul proprio profilo Instagram una foto della giovane. Rossetto rosso e velo nero in testa. Un post che ha collezionato in poco tempo quasi ottomila like e centinaia di commenti. 

 

Фото опубликовано @vod.anna

 

“Ilona, ho visto la tua foto su D&G e sono rimasto piacevolmente colpito che un brand di stilisti così importante come il loro abbia reso omaggio a una ragazza Vainakh”, (gruppo etnico del Caucaso che diede origine all'attuale popolo ceceno e al gruppo etnico degli Ingusci, ndr); “È il nero il nuovo trend!”; ""Una vera donna musulmana che segue iman, la vera fede, tanto che si copre il capo così come se lo copre lei, non avrebbe mai dovuto consentire a un gay famoso in tutto il mondo di pubblicare sue foto nella sua pagina"; “Una ragazza bellissima!”; “Silicone o non silicone?”. Questi solo alcuni dei commenti piovuti sulla fotografia.

Gli abiti della collezione “Abaya”, pensati per la clientela musulmana, sono stati presentati su style.com/Arabia. I vestiti, che si possono abbinare a gioielli, accessori, occhiali e cosmetici, sono proposti perlopiù nelle tonalità del nero e del beige, con pizzi e applicazioni floreali, e tessuti leggeri che coprono tradizionalmente tutto il corpo, tranne, i piedi, il volto e le mani. 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Leggi di più