Il tablet a doppio schermo potrebbe diventare realtà

Vladislav Martynov, responsabile di Yota Devices, durante la presentazione del nuovo progetto (Foto: Reuters)

Vladislav Martynov, responsabile di Yota Devices, durante la presentazione del nuovo progetto (Foto: Reuters)

Dovrebbe essere lanciato in Russia il nuovo tablet con due monitor, progettato dalla società Yota Devices che aveva già prodotto lo smartphone YotaPhone2

La società russa Yota Devices che aveva già lanciato sul mercato YotaPhone2 sta progettando un nuovo tablet. Come lo smartphone, anche il tablet dovrebbe essere dotato di due monitor. Uno dei due monitor sarà di tipo normale, mentre l’altro, collocato sul lato opposto, dovrebbe essere a inchiostro elettronico. È quanto è stato annunciato da Vladislav Martynov, responsabile di Yota Devices. A suo avviso la società si starebbe ora concentrando sul suo prodotto principale, lo smartphone YotaPhone2. Il tablet sarebbe già in fase di progettazione, ma non è ancora stata presa una decisione definitiva riguardo alla sua messa in produzione.

Un progetto a costo elevato

Uno degli sviluppatori di YotaPhone, Dmitri Gorilovsky, che oggi si dedica ai propri progetti, è convinto che se Yota Devices produrrà il nuovo modello di tablet, il dispositivo dovrà essere di grandi dimensioni con un display con diagonale da 9 a 11 pollici e che il suo costo dovrebbe essere alquanto elevato.

“Senza il secondo monitor il suo prezzo potrebbe aggirarsi sui 300-450 dollari, ma l’aggiunta di un secondo display a inchiostro elettronico comporta un aumento di circa 150 dollari sul prezzo”, ipotizza Gorilovsky.

Martynov ritiene che il costo del tablet potrà anche essere elevato, ma per un dispositivo simile non è questo a contare: “Ogni volta che compare sul mercato un nuovo dispositivo ciò che conta sono i vantaggi e i benefici per l’utente, ossia quelle caratteristiche che rendono maggiori il comfort e l’utilità del tablet” spiega il responsabile di Yota Devices “E l’utente è disposto a pagare proprio per avere questi vantaggi”.

Martynov spiega che il processo di sviluppo del dispositivo parte da un progetto. I tecnici della società propongono idee per risorse differenti. Queste idee vengono trasferite poi al settore a cui spetta il compito di valutare il loro impatto sul mercato e le loro prospettive.

“Oggi si stanno ancora valutando gli effetti sul mercato del nuovo tablet in via di sviluppo. Gli esperti analizzano le preferenze degli utenti: si valuta se il dispositivo possa essere destinato ad ampie fette di pubblico, quali studenti e alunni delle scuole, dipendenti pubblici, imprenditori e altri”, spiega Martynov.

Una nuova risorsa per gli utenti

Uno dei principali vantaggi di YotaPhone, a detta di Martynov, sarebbe il display a basso consumo energetico a inchiostro elettronico.

“Per i tablet il tempo di durata della batteria non costituisce un problema. I dispositivi disponibili sul mercato che possono essere utilizzati con la sola batteria per un lungo lasso di tempo sono tanti. Perciò questo non è da ritenersi un vantaggio”, dice Martynov. “Per il tablet occorre trovare un’altra risorsa interessante per gli utenti”.

L’altra caratteristica peculiare del tablet – lo schermo a inchiostro elettronico che consente di leggere chiaramente l’immagine anche sotto la luce diretta del sole –  non sarebbe sufficiente secondo gli sviluppatori della società per convincere gli utenti a comprare un dispositivo più caro.

Alla Yota Devices assicurano che riusciranno a sviluppare uno “scenario” inedito per l’utilizzo del tablet a due monitor. Tuttavia, secondo il proprietario del più grande museo russo di telefoni cellulari, Evgeny Kozlov, Yota Devices potrebbe incontrare delle difficoltà anche per quanto concerne il mercato degli smartphone. Il secondo display di YotaPhone viene perlopiù utilizzato per visualizzare informazioni, e quando è necessario, per rispondere in modo da evitare che la batteria si scarichi. Ma gli orologi intelligenti comparsi ora sul mercato sono stati progettati allo stesso scopo.

Secondo l’esperto, Yota Devices non è l’unica azienda che stia cercando di distinguersi nel mercato dei tablet. Per esempio, la società Lenovo ha presentato un modello di tablet con proiettore incorporato grazie al quale l’utente può proiettare un’immagine dal display su qualunque superficie.  “Questi gadget non hanno suscitato grande entusiasmo e continueranno a rimanere dei prodotti di nicchia pensati per dimostrare le potenzialità della tecnologia contemporanea” ritiene Kozlov.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta