Incidente nel metrò. Arrestati i due sospettati

Valerij Bashkatov, uno dei due tecnici indagati (Foto: Itar Tass)

Valerij Bashkatov, uno dei due tecnici indagati (Foto: Itar Tass)

Il tribunale distrettuale Basmannyj di Mosca ha ordinato l’arresto dell’addetto capo alla manutenzione delle linee metropolitane, Valerij Bashkatov, per l’incidente accaduto nella metropolitana di Mosca. È imputato di sospetta violazione delle norme tecniche e di sicurezza. Oltre a lui è stato arrestato anche il secondo fermato, il vice capo alla manutenzione Jurij Gordov. I due rimarranno sotto arresto fino al 15 settembre

Il tribunale distrettuale di Mosca ha ordinato l’arresto di Valerij Bashkatov e di Jurij Gordov per l’incidente accaduto nella metropolitana di Mosca. I due rimarranno in carcere fino al 15 settembre. Secondo gli inquirenti, restando in libertà Bashkatov e Gordov avrebbero potuto manomettere la documentazione tecnica per occultare le informazioni necessarie alle indagini.

Arresti e perquisizioni

I due dipendenti delle linee metropolitane hanno una lunga esperienza professionale alle spalle. Bashkatov lavora da 20 anni, Gordov da 22. Secondo i risultati emersi dall’inchiesta, dalla fine di maggio di quest’anno nel tratto Park Pobedy-Slavjanskyi bulvar erano in corso dei lavori per la posa di  giunture e binari per collegare la linea Pokrovskaya con il tratto ancora in costruzione del vicino ramo KalininskyiBashkatov e Gordov erano direttamente coinvolti nei lavori di posa delle giunture e anche nei controlli sulla loro esecuzione. “Dall’inchiesta sono emerse anomalie nelle esecuzioni dei lavori: i meccanismi di giuntura erano stati fissati con un comune cavo del diametro di 3 millimetri che poi si è spezzato” si legge in un comunicato della commissione inquirente.

Oltre agli addetti, coinvolti nell’esecuzione del lavoro, la commissione inquirente ha intenzione di fermare e incriminare tutte i responsabili di questa tragedia, inclusi i funzionari di alto livello e i dirigenti, ha comunicato l’addetto stampa dell’ente. Il fatto che a essere arrestati per primi siano stati dei semplici lavoratori ha suscitato proteste in una parte dell’opinione pubblica così come testimoniano i commenti pubblicati nei social network. Oggi sono in corso prequisizioni nelle strutture della metropolitana di Mosca e nella società immobiliare e di “Ingeokom”. La società si occupa della costruzione di una galleria della nuova linea del metrò che si snoda lungo la Arbatsko-Pokrovskaya (linea blu), su cui è avvenuto anche l’incidente. I risultati dell’indagine non sono ancora stati resi noti.

Secondo i dati in possesso di Gazeta.ru, “Ingeokom” collabora con la metropolitana di Mosca dal 2000. L’impresa ha vinto l’appalto per la costruzione della linea che  collega la stazione Kievskaya (sulla linea circolare) alla “City”, il nuovo quartiere commerciale di Mosca che si occupa della costruzione della stazione Vystavochnaya su questo ramo. Al’inizio di quest’anno era stato inaugurato il tratto Delovoj tsentr-Park Pobedy sulla linea Kalininsko-Solntsevskaya. Attualmente la società è coinvolta nella costruzione della stazione Delovoj tsentr del cosiddetto  terzo raccordo destinato a estendere le ramificazioni del metrò di MoscaCome scrive Gazeta.ru, la società “Ingeokom” sarebbe anche coinvolta nella costruzione dello stadio centrale Fisht, la principale arena delle Olimpiadi 2014, del centro commerciale Okhotnyj rjad sulla Piazza del Maneggio, nel cuore di Mosca, e avrebbe, inoltre, realizzato il tratto sotterraneo del complesso commerciale Mosca-City e curato la ricostruzione delle linee della metropolitana di nella capitale dell’Ungheria, Budapest.

Il traffico sulla linea è stato ripristinato

Nel frattempo i lavori di ricostruzione sulla linea Arbatsko-Pokrovskaya del metrò di Mosca, dove martedì è avvenuta la sciagura, sono stati conclusi, come ha comunicato ai giornalisti il vice sindaco di Mosca Petr Birjukov. A detta di Birjukov, in quel tratto sarebbero in corso i lavori relativi alla sostituzione di attrezzature e al controllo di tutti i sistemi di sicurezza. Il tragico incidente era accaduto martedì mattina durante l’ora di punta tra le stazioni Park pobedy e Slavjanskyi bulvar della linea Arbatsko-Pokrovskaya. Tre vagoni del erano deragliati in corsa Il treno era deragliato in corsa, sbalzando fuori tre vagoni e una delle porte era rimasta oltretutto bloccata. Le vittime di questo che appare il più terribile incidente tecnico mai avvenuto nel sottosuolo della capitale, ammontano a 23, mentre i passeggeri che hanno riportato ferite di entità lieve e anche grave sarebbero almeno 200.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta