Roma stringe la mano alla Russia

Il sindaco di Roma Ignazio Marino (a sinistra) insieme al primo cittadino di Mosca Sergei Sobyanin, a Roma per le “Giornate di Mosca” e per la firma del protocollo d’intesa (Foto: Ufficio Stampa)

Il sindaco di Roma Ignazio Marino (a sinistra) insieme al primo cittadino di Mosca Sergei Sobyanin, a Roma per le “Giornate di Mosca” e per la firma del protocollo d’intesa (Foto: Ufficio Stampa)

Siglato il protocollo d’intesa tra i sindaci delle due capitali. Un documento che punta al turismo, all’economia e al trasporto. Il primo cittadino di Mosca, Sergei Sobyanin: “Una firma che garantisce lo sviluppo futuro dei rapporti”

Dalla cultura al turismo, dall’economia al commercio fino alle sfide, come il trasporto pubblico locale o la chiusura del ciclo dei rifiuti, con cui Roma deve tuttora fare i conti. Sono alcuni settori al centro del protocollo d’intesa firmato nella Capitale italiana in Campidoglio dal sindaco di Roma, Ignazio Marino, e dal primo cittadino di Mosca, Sergei Sobyanin. Un percorso di cooperazione e amicizia che riguarda il triennio che va dal 2014 al 2017 e che, come ha spiegato Marino, “rinnova l'accordo del 1996”.

“Abbiamo anche avuto un importante colloquio, prima della firma, e esaminato i punti di forza di questo accordo basati sui rapporti turistici, culturali ed economici - ha raccontato il sindaco di Roma - . L'Italia è stabilmente il quarto partner economico della Russia e noi vogliamo continuare a lavorare per la crescita delle relazioni economiche e commerciali tra i due Paesi”.

Scendendo più nel dettaglio ha poi aggiunto: “Siamo molto felici della continuacrescita del turismo russo e di Mosca a Roma, che aumenta a un ritmo importante, passando da poche centinaia di migliaia dipersone a più di un milione. Questo protocollo ci permetterà di stabilire gruppi di lavoro per studiare le sfidedel nostro tempo come il trasporto pubblico locale, la chiusura del ciclo dei rifiuti ealtri investimenti nei quali la Camera di Commercio di Roma hadimostrato molto interesse”.

Il sindaco di Mosca, Sergei Sobyanin, ha poi aggiunto: “Siamo qui, nel momento di picco massimo dei rapporti tra le nostre due città, anche per la manifestazione le ‘Giornate di Mosca a Roma’, che prevede un ricco programma di eventi in città. L’obiettivo dell’accordo di oggi è assicurare un ulteriore dinamico sviluppo”.

E ha poi annunciato: “Nel 2015 ci saranno le ‘Giornate di Roma a Mosca’ e dinuovo in quell’occasione verranno organizzati incontri culturali e di affariper riaffermare i rapporti di amicizia tra le due capitali”. Un annuncio dopo il quale il sindaco moscovita ha invitato il primo cittadino di Roma, Ignazio Marino, ad una visita ufficiale a Mosca.

L’incontro si è concluso con la rituale stretta di mano tra di due sindaci e uno scambio di regali: da parte di Sobyanin a Marino, un quadro con all’interno una lettera scritta da VittorioEmanuele II allo zar russo, mentre il sindaco della città Eterna ha donato al primo cittadino di Mosca una scultura raffigurante la tradizionale Lupa capitolina che allatta i mitici Re di Roma, Romolo e Remo.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta