Fare affari con la conoscenza

Insegnanti stranieri di lingua a Mosca (Foto: Shutterstock / Legion-Media)

Insegnanti stranieri di lingua a Mosca (Foto: Shutterstock / Legion-Media)

Man mano che il mondo diventa sempre più globale l’esigenza di conoscere le lingue aumenta. E chi meglio dei madrelingua può insegnarle. Abbiamo parlato con alcuni stranieri che insegnano la loro lingua madre e che hanno capito come funziona questo business

Ognuno si organizza come vuole. Jorge viene dal Messico, studia all'Accademia musicale Gnessin e allo stesso tempo guadagna qualche soldo dando lezioni di spagnolo al centro di cultura spagnola. Zen è una ragazza cinese che studia russo in una delle università di Mosca e ha trovato un'amica con cui imparare il russo insegnandole in cambio il cinese con grande profitto reciproco e senza spendere un soldo. Ma sempre più spesso le lingue vengono insegnate da dei professionisti: Hugh Kieran McEnaney, un irlandese di quarantaquattro anni, insegna inglese a Mosca già da più di sei anni: “Ho deciso di intraprendere la carriera di insegnante perché non parlavo russo e in Irlanda ho gestito per oltre 5 anni un’attività legata al training e al coaching.” Grazie ai soldi guadagnati mr. McEnaney si è comprato sia una macchina che una casa nella regione di Orel da dove viene sua moglie e affitta anche un appartamento a Mosca. In media ha 8 alunni al giorno.

Una situazione leggermente diversa è quella di Guido che viene dalla Spagna; ha studiato lingue all'università e ama viaggiare per tutto il mondo: “Insegnare la tua lingua madre è un modo per unire la tua passione per i viaggi alla tua carriera. Ho studiato filologia e non c'erano molti sbocchi professionali per questo tipo di formazione, l'insegnamento è forse quello più comune e accessibile.” Guido insegna soprattutto a studenti universitari che preferiscono esercitarsi in spagnolo con un madrelingua, anche se non riesce a garantirsi una fonte di guadagno stabile: “Devi avere numerosi lavoretti per avere un buono stipendio”.

Un piacere costoso

Le lezioni non sono economiche; certo, tutto dipende dalla richiesta di insegnanti, ma esistono una serie di indicatori medi del mondo del lavoro con i quali bisogna fare i conti. Anna Genova che ha vissuto per molto tempo in America e che ora è tornata a Mosca, dice che mediamente una lezione privata di inglese con un americano o con un madrelingua costa dai 1000 rubli  in su all'ora, vale a dire qualcosa come 30 dollari. Il guadagno è direttamente proporzionale alle capacità imprenditoriali dell'insegnante, dalla quantità di studenti fissi che riesce a trovare. “Ci sono diversi tipi di allievi - ci racconta Anna -. Gli allievi meno portati, gli studenti più indietro, quelli più adulti che si preparano per un esame di certificazione di lingua e quelli che vogliono imparare a comunicare in inglese”.

Una sinergia con gli insegnanti professionisti

Ma è davvero importante che siano degli stranieri a insegnare le lingue? Dopotutto molto spesso le loro lezioni sono più care e meno efficaci di quelle svolte da professionisti russi. Innanzitutto gli insegnanti stranieri non hanno di frequente alcun tipo di formazione didattica, mentre un insegnante russo con una certa esperienza professionale non solo conosce la grammatica meglio di un madrelingua, ma oltretutto può spiegarla meglio. "Molto spesso adottiamo il cosiddetto metodo d'insegnamento combinato", dice Valerie, insegnante di francese. "All'inizio gli allievi studiano con insegnanti russi dell'Università di pedagogia e poi si esercitano con me. Posso migliorare la loro pronuncia e aiutarli con gli idiomi di uso quotidiano".

Parlare la stessa lingua

Questo è un mercato libero. Di regola gli insegnanti e gli studenti si cercano l'un l'altro su forum e social network, oppure s’incontrano grazie a raccomandazioni di conoscenti. Tutti questi incontri - che siano in un bar, a casa o talvolta anche via skype - avvengono in forma privata. Le scuole ufficiali che insegnano lingue coprono solo una piccola fetta del mercato reale dei servizi linguistici. Per tale motivo in questo mercato valutare il volume medio delle ore per persona è difficoltoso e questo vale anche per la qualità del servizio; insegnano sia studenti che filologi professionisti e persino turisti che vogliono guadagnare qualche soldo.

Ognuno ha esperienze diverse, c'è chi insegna da anni e chi è appena entrato in questo settore. L'efficacia dell'insegnamento dipende in gran parte anche dall'intesa che si crea tra studente e docente; se i due sono affini anche psicologicamente allora cominciano quasi da subito a parlare la stessa lingua. Analizzando questo grande mercato in espansione cominci a capire che uno straniero espatriato in Russia se la cava benissimo persino se non sa il russo e non ha alcuna specializzazione, basta che si abbia un po’ di voglia di insegnare  e si trovano degli allievi, cominciando a guadagnare, e poi qualcosa verrà.

Si ringrazia il club “Ru-En Games for Expats” per l’aiuto fornito nella preparazione dei materiali dell’articolo

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta