Viaggiare senza barriere

In Russia sarebbero quasi tre milioni le persone affette da disabilità (Foto: ufficio stampa)

In Russia sarebbero quasi tre milioni le persone affette da disabilità (Foto: ufficio stampa)

L'impegno è costante: eliminare dagli aeroporti russi tutti gli ostacoli architettonici che rendono difficili gli spostamenti per i disabili

Secondo le statistiche, il 9,2 per cento dei cittadini russi è disabile: 2.800.000 persone. Questo implica che una famiglia su quattro deve prendere in considerazione le esigenze di un disabile. Natalya Ulyanova, direttrice generale dell’opera pia “Paralis”, afferma che il 30 per cento dei disabili è abbastanza attivo, lavora, è impegnato in politica e viaggia. Un ulteriore 30 per cento è costituito da potenziali turisti, pronti a viaggiare qualora le loro esigenze fossero soddisfatte. “In Russia i disabili si trovano alle prese con una barriera psicologica” spiega Georgij Bezborodov, uno dei fondatori del progetto ‘Barerov Net’ (Niente confini), una sorta di mappa interattiva che mette in evidenza le strutture dotate di rampe per le sedie a rotelle.

 
Quando il ballo è terapia

“Se i disabili sono a conoscenza del fatto che sono garantiti tutti i requisiti per la loro mobilità, si sentono più fiduciosi e saranno spronati a uscire dai confini delle loro case per far visita agli amici o viaggiare” ha aggiunto. Secondo quanto risulta a Bezborodov, molti aeroporti russi sono stati sottoposti a lavori di ristrutturazione, e quindi le rampe per le sedie a rotelle non mancano. Oleg Panteleyev, capo della divisione analisi presso l’Agenzia Aviaport concorda: “In molti aeroporti russi sono stati eseguiti lavori di adeguamento per rendere gli ambienti privi di barriere architettoniche. Tutti gli aeroporti stanno prendendo i provvedimenti necessari a garantire che le persone disabili possano far uso dei servizi di un hub in modo indipendente o con l’assistenza del personale aeroportuale.

I cartelli sono scritti con caratteri speciali e si stanno diffondendo i servizi dedicati, grazie ai quali lo staff assiste i passeggeri che hanno esigenze speciali a sbrigare tutte le formalità”. Per essere aiutati i passeggeri possono rivolgersi allo staff dell’aeroporto semplicemente telefonando al centro contatti della linea aerea con la quale viaggiano o al desk del check-in, e chiedere, per esempio, che qualcuno li accompagni attraverso l’aeroporto stesso o di procurare una sedia a rotelle speciale per essere imbarcati prima degli altri passeggeri. Un addetto dell’aeroporto accompagnerà il passeggero disabile fino a farlo imbarcare sull’aereo, assistendolo nel disbrigo di tutte le procedure da seguire prima del volo. Nel caso in cui si dovesse salire a bordo dell’aereo tramite un ponte d’imbarco, il passeggero disabile potrà accedere utilizzando una sedia a rotelle. In caso contrario, il passeggero disabile potrà essere imbarcato sull’aereo utilizzando un sollevatore aereo ambulift con l’assistenza di un addetto del personale aeroportuale.

 
L'inaccessibilità di Mosca

In ogni caso, predisporre soltanto in aeroporto tutto l’occorrente per garantire un viaggio confortevole alle persone disabili non è sufficiente. “Un ambiente privo di barriere architettoniche è un insieme omogeneo di misure e provvedimenti e tutte le compagnie aeree devono fare la loro parte nel renderlo possibile. A parte questo, per migliorare la qualità della vita delle persone disabili è importante chiedere consigli a esperti di organizzazioni non commerciali” spiega Elena Zhuravleva, direttore delle politiche sociali presso la compagnia aerea “Transaero”. Secondo Georgij Bezborodov il problema principale a bordo di un aereo è costituito dal fatto che lo spazio tra i sedili non può accogliere una sedia a rotelle standard. Oleg Panteleyev pensa che “la soluzione più ragionevole per ovviare al problema sarebbero le sedie a rotelle speciali strette, anche se le compagnie aeree dovranno investire per acquistarle”.

}

Il rappresentante di una compagnia aerea ha spiegato che “un passeggero non può muoversi lungo il corridoio di un aereo in una sedia a rotelle standard e per questo ‘Transaero’ ha acquistato sedie a rotelle speciali per poter consentire gli spostamenti a bordo, che possono essere utilizzate su qualsiasi tipo di apparecchio”. Un addetto dell’aeroporto può quindi aiutare il passeggero disabile a passare nella sedia a rotelle speciale e gli attendenti di volo possono occuparsene una volta a bordo. Come fanno presente gli esperti, introdurre l’esperienza degli altri paesi nell’assistenza ai passeggeri disabili comporta ulteriori difficoltà, che nascono dalla mancanza di un parametro di riferimento per gli standard nella Federazione Russa. Così Oleg Panteleyev spiega che in Russia non esistono centri di addestramento speciale approvati da Rusaviatsiya nel quale gli attendenti di volo possano imparare come occuparsi dei passeggeri con disabilità.

 
Quando le gambe diventano ali

Le organizzazioni non governative che tutelano gli interessi delle persone disabili svolgono quindi il ruolo che spetterebbe allo stato. “Nel mettere a punto standard di servizio, le compagnie aeree fanno affidamento sulle esperienze di coloro che utilizzano i loro servizi, e lavorano con grandi organizzazioni non governative come Vserossiyskoye Obshchestvo Invalidov (Associazione pan-russa delle persone disabili), Vserossiyskoye Obshchestvo Slepykh (Associazione pan-russa delle persone non vedenti), e l’Organizatsiya Invalidov ‘Perspektiva’ (Organizzazione ‘Perspektiva’ delle persone disabili), ha spiegato Elena Zhuravleva. ‘Noi istruiamo il nostro personale e mettiamo a punto gli standard di servizio con la consulenza di esperti”, ha detto. Secondo il rappresentate di “Transaero”, questa compagnia aerea è la prima a prestare un’attenzione particolare alle questioni attinenti l’accesso ai mezzi di trasporto delle persone con disabilità fisiche. “È dal 2008 che la nostra compagnia sta applicando questo programma per creare un ambiente privo di barriere architettoniche per questi passeggeri” dice Elena Zhuravleva.

Una delle iniziative più intelligenti alle quali ha dato vita “Transaero” con il supporto delle organizzazioni non governative è stata il volo speciale per tifosi disabili a Sochi che la compagnia aerea ha predisposto per l’inaugurazione delle Paralimpiadi. All’inizio di marzo un Boeing 777 ha trasportato cento tifosi disabili, venti dei quali su sedie a rotelle. Il capo di “Transaero” ha sottolineato che “i tifosi sportivi di varie città in tutta la Russia hanno avuto l’opportunità di volare e assistere alla competizione paralimpica più grande del mondo nella massima comodità”. A parte ciò, la compagnia aerea non soltanto ha aiutato i tifosi, ma anche gli atleti che hanno potuto fare un viaggio comodo per gareggiare alle Paralimpiadi.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta