La moda russa conquista anche Beyoncè

Le creazioni di Ulyana Sergeenko in passerella (Foto: Getty Images / Fotobank)

Le creazioni di Ulyana Sergeenko in passerella (Foto: Getty Images / Fotobank)

Alla Parigi Fashion Week è stata presentata la collezione del nuovo marchio russo Ulyana Sergeenko, i cui capi − ispirati a un viaggio immaginario attraverso l’Asia centrale − sono stati accolti positivamente da molti addetti ai lavori

A soli tre anni dal suo debutto sulla passerella, il marchio Ulyana Sergeenko già condivide il palco con nomi quali Chanel e Balenciaga. Nota come “la signora russa” o “la Matrioska”, oggi l’ideatrice del brand è considerata un’icona della moda à la russe. L’ambiziosa e giovane moglie del milionario Daniil Khachaturov, originaria di Ust-Kamenogorsk, in Kazakhstan, conduce una vita sociale movimentata e, impegni permettendo, partecipa a tutte le sfilate di moda. Ama quell’ambiente. E malgrado le sue creazioni siano molto distanti dal gusto convenzionale, il suo stile elaborato ed armonioso e la sua personalissima interpretazione dello street style sono stati accolti in tutto il mondo con grande interesse.

Gonna lunga e copricapo, lo stile ormai
inconfondibile di Ulyana Sergeenko
(Foto: Getty Images / Fotobank)

Il suo caratteristico stile, fatto di gonne lunghe, maglie castigate dal collo alto, labbra scarlatte e fazzoletti che coprono il capo, propone un insolito cocktail di pudore e sensualità e finisce immancabilmente sui reportage e i servizi di moda. È a lei che si deve in gran parte il rinnovato interesse dell’Occidente nei confronti dello stile à la russe e del “retrò russo”. La maggior parte delle creazioni di Ulyana Sergeenko sono confezionate su richiesta o, sempre su richiesta, vengono sottoposte a ingegnose variazioni e arricchite di particolari decorativi. Così è nato il marchio “Ulyana Sergeenko”, che oggi gode di una crescente popolarità e vanta tra le proprie clienti Lady Gaga, Sarah Jessica Parker, Anna Dello Russo, Carine Roitfeld, Natalia Vodianova, Miroslava Duma e altre donne famose.

Ulyana ama circondarsi del meglio: “La moda mi interessa da sempre. Sin da bambina sognavo di indossare capi di alta moda. Ma non avrei mai immaginato che un giorno il mio nome sarebbe stato associato alla moda, e che i miei sogni si sarebbero avverati. È fantastico”.

Non c'è inverno senza colbacco

In Russia, Ulyana suscita una complessa gamma di reazioni. C’è chi l’ammira per essere riuscita a emergere, e chi invece la considera la tipica moglie “da esibire”. Altri ancora la ritengono una stilista originale e talentuosa. Anche tra gli addetti ai lavori stranieri, che pure si soffermano spesso sulle doti professionali di Ulyana, il verdetto non è unanime.

Secondo alcuni le sue sfilate sono esageratamente scenografiche e i vestiti di cattivo gusto ed eccessivi. Altri invece apprezzano moltissimo le singolari collezioni di Ulyana Sergeenko e la coerenza con cui essa riesce a reinterpretare la storia del proprio Paese.

La prima collezione del marchio, spiega Sergeenko, si ispirava alle “illustrazioni tratte dall’edizione sovietica di Vogue degli anni Cinquanta” (se mai fosse esistita, naturalmente). Il gusto retrò delle sagome allungate in abiti lunghi e stretti, pellicce, maglioncini e pochette colpirono favorevolmente tutti coloro che assistettero alla sfilata inaugurale del marchio, dai blogger ai buyer.

“Haunted” di Beyoncé. Lo stylist della cantante ha scoperto questo originale body di velluto nero con colletto bianco a Parigi, durante le sfilate della collezione autunno-inverno 2013-2014

La seconda collezione è stata addirittura più audace: all’estetica sovietica si aggiunsero lunghe gonne contadine, cappelli di paglia e body sexy impreziositi da dettagli in chiffon. Da allora i maxi abiti, i fazzoletti sulla testa, i toni delicati e l’imprescindibile “colore russo” rappresentano il biglietto da visita del marchio. Oggi a indossare gli abiti di Ulyana Sergeenko non sono solo le star russe, ma anche celebrità occidentali, come Dita Von Teese.

E di recente la cantante Beyoncé è apparsa nel suo video “Haunted” indossando un body di velluto con colletto bianco tratto dalla collezione autunno-inverno di Ulyana. In un video precedente, girato per il brano “Jealous”, Beyoncé si era esibita invece con una mantellina di merletto firmata dalla stilista, la cui confezione ha impegnato per due mesi quindici artigiane di Vologda. In poco più di un paio di anni, la misteriosa “Matrioska” ha così conquistato il successo e continua ancora a sorprendere con i suoi modelli originali, confermandosi, secondo molti, la migliore testimonial del proprio marchio.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta