Cercasi casa disperatamente

Cercare casa a Mosca risulta sempre più complicato (Foto: Itar Tass)

Cercare casa a Mosca risulta sempre più complicato (Foto: Itar Tass)

Viaggio nella questione della casa. Tra mutui e programmi statali. E la voglia di indipendenza dei giovani che spesso si scontra con le ragioni del mercato

Mutui, affitti, programmazioni statali. La questione della casa nella Federazione è molto sentita. Tra un mercato che sposta sempre più verso l'alto l'asticella e i desideri dei giovani. Che pur volendo al più presto l'indipendenza, non riescono sempre a realizzare i propri sogni. Ecco i principali nodi del problema.

Eredità

Il modo ideale per acquisire un appartamento in proprietà è riceverlo in eredità, che sia l’appartamento di un parente anziano o l’abitazione dei propri genitori che si è deciso di “scambiare” con case più periferiche e di dimensioni più piccole. Secondo l’agenza immobiliare Metrium-Group a Mosca, con 112.600 dollari è possibile acquistare un appartamento in costruzione di 38,8 metri quadrati situato in periferia. Per una casa pronta il prezzo invece sale: per un appartamento di 20 metri quadrati nella periferia della capitale russa si possono spendere fino a 104.600 dollari, sostengono gli esperti dell’agenzia Incom-Immobiliare.

Nell’hinterland della capitale i prezzi si dimezzano rispetto a quelli cittadini: da 4.100 dollari al metro quadrato, si può scendere fino a 2.000 dollari. Tuttavia, i prezzi più economici includono anche le leggendarie attese negli ingorghi moscoviti: il problema principale dei complessi abitativi che si trovano fuori città è quello relativo ai trasporti. Nelle regioni russe i prezzi sono decisamente più bassi. Con 42.000 dollari a Ekaterinburg si può acquistare un monolocale di nuova costruzione, mentre a Kazan sono sufficienti 50.000 dollari; a Novosibirsk ne bastano invece 22.000, secondo i dati in possesso dell’agenzia immobiliare Blackwood.

Mutui

Per acquistare un immobile di nuova costruzione o uno già vecchio si può ricorrere all’aiuto di un mutuo. Per i cittadini russi assillati dal problema della casa la variante del  prestito bancario è molto diffusa, malgrado i tassi di interesse elevati che possono anche raggiungere il 14% all’anno (mentre i più bassi, nel caso di un anticipo versato del 50%, arrivano al 10,5%). Dai dati di un sondaggio effettuato sei anni fa dal Vtsiom (Centro di studi sull’opinione pubblica) è emerso che più della metà dei russi - vale a dire il 56% - desidererebbe migliorare le proprie condizioni abitative e che ad avvertire di più questa necessità sono gli abitanti delle grandi città. A detta dei principali operatori del settore, solo l’anno scorso il mercato dei mutui di Mosca e dell’hinterland sarebbe raddoppiato. Secondo le stime degli esperti, il mercato dei mutui coinvolge almeno 1 milione di russi.

I dati

Secondo i dati in possesso di Metrium group, a ricorrere ai mutui sarebbero soprattutto giovani coppie sposate, vale a dire il 45% dei mutuatari (per giovani s’intende in Russia una fascia d’età che va dai 25 ai 35 anni). Per pagare le percentuali d’interesse delle banche russe, entrambi i coniugi sono costretti a lavorare, con redditi dai 1.500 ai 2.400 dollari a testa. Il 15% è costituito da giovani manager del ceto medio, di età non superiore ai 35 anni, che coinvolgono i genitori come co-mutuatari. Un gruppo a parte -  il 15% - è quello costituito da donne single (di età non superiore ai 40 anni) con figli, che rivestono ruoli dirigenziali. Esiste poi almeno un 20% di genitori che acquistano appartamenti per i propri figli, oppure per darli in affitto. 

Programmi statali

In Russia lo Stato concede aiuti  a chi vuole acquistare una casa. Militari, insegnanti e giovani coppie sposate hanno diritto a speciali agevolazioni. Tuttavia, il problema non riguarda l’acquisto di case a un prezzo economico quanto l’accesso a tassi di credito agevolati: per l’acquisto di case a prezzi accessibili a tutti bisogna rivolgersi al mercato aperto  e il livello di reddito deve soddisfare le condizioni imposte dalle bancheQuelle più fortunate sono le giovani coppie sposate. Lo Stato russo è disposto a concedere loro sussidi fino a un minimo del 30-40% sul costo dell’appartamento e anche i genitori single hanno diritto ad aiuti da parte dello Stato. Per ottenerli occorre rientrare in uno dei due programmi federali. Il  limite d’età è di 35 anni. L’entità del sussidio e le dimensioni dell’appartamento che può acquisire chi fa richiesta dipende dal numero di figli minori a carico. La norma è di 18 metri quadrati per ogni membro della famiglia.

Affitti

I cittadini russi che non possono permettersi di comprare una casa a rate o di stipulare un mutuo, sono costretti ad affittarla o a vivere insieme ai genitori. Il fatto che si continui a vivere a carico dei genitori dipende dai prezzi elevati degli affitti. Affittare un appartamento alla periferia di Mosca costa dai 600 ai 700 dollari.

Nel centro della capitale russa per un appartamento sommariamente ristrutturato i prezzi degli affitti partono da 1.300 dollari al mese, mentre, secondo i dati in possesso delle agenzie di collocamento, uno stipendio medio a Mosca è di 1.200 dollari al mese.

Per l’affitto di un appartamento a Kazan si spendono mediamente 500 dollari, a Novosibirsk 350 e a Uljanovsk 300. “Il basso livello degli stipendi di un laureato, appena uscito da un istituto universitario, e il costo delle case e degli affitti non consentono ai giovani di vivere autonomamente. Nel 67% dei casi è proprio la mancanza di denaro a far sì che i giovani non abbandonino la casa dei genitori” dice  Renat Lajshev, presidente dell’organizzazione non profit Deti Rossii obrazovany i zdorovy (Ragazzi di Russia educati e sani).

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie